• Confusi si pensa meglio

    Quando si è confusi non si riesce proprio a pensare, a capire che cosa il nostro cuore provi. Ma se ci si lascia, anche solo per un attimo, guidare da questa confusione, cercando di capire da che cosa deriva, poi, forse, il baratro non sembrerà così lontano o profondo.

    Claudia Piano con il suo 'Cuori Confusi' narra di un amore che sarebbe potuto sbocciare tanti anni prima, ma che per colpa di questa confusione viene rimandato con danni e tristezza. Ma poi avviene qualcosa...

     

    Trama: Questo romanzo è una storia d’amore, è ambientato in Liguria, tra Alassio, Genova, ma faremo un salto anche a Londra… e un po’ in giro per il mondo. È una storia leggera e romantica che comincia un pomeriggio di inizio estate. Di cosa parla? D’amore, sentimenti intensi, a volte confusi, travolti dalle emozioni. I protagonisti sono un ragazzo e una ragazza, amici da sempre, impegnati nelle loro vite, assorbiti dalle loro passioni, intenti a costruire il loro futuro e a fare i conti con i loro sentimenti, ma… Lasciamo che i personaggi si presentino da soli… «Ciao sono Elisa, ho venticinque anni, per gli amici Eli, Lili solo per lui… Fabri, cioè Fabrizio, il mio amico di sempre…» «Lili, Pulcino, lascia parlare me, se dobbiamo convincere delle dolci e adorabili fanciulle a leggere la nostra storia, credo di essere io quello più indicato per questo compito.» «Certo, certo… Che presuntuoso.» «Come scusa?» «Oh niente, continua pure.» «Beh, cosa posso raccontarvi? Lili è un meraviglioso angelo, io l’adoro, ma ha dei pessimi gusti in fatto di ragazzi o forse è un po’ sfortunata.» «Eh già.» «E di me, che dire? Canto e suono in una band a Londra, le ragazze perdono la testa per me. Attente a non perderla anche voi...» … «Che hai da ridere?» «Oh, niente, niente… Lo sai che ti adoro.» La trama Elisa e Fabrizio sono amici da sempre, c'è sempre stato tra loro un sentimento profondo ed intenso, ma crescendo hanno fatto un passo indietro. Ognuno ha seguito la propria strada. Adesso Elisa è fidanzata, ha una libreria ad Alassio con Elena, la sua migliore amica, e il posto di secondo fagotto nell'orchestra del Carlo Felice di Genova, mentre Fabrizio lavora a Londra per una multinazionale e suona in una rock band. Sono sempre ottimi amici e continuano a frequentarsi, perché non possono proprio stare lontani.

     

     

    {La parte in nero è spoiler, quindi qualcosa in più sul romanzo. Per farlo apparire basta passarci sopra con il mouse. E' a vostra discrezione.}

     

    Recensione della Tana:

     

    Questo romanzo, pieno di emozioni e confusione, è stato letto dalla sottoscritta in anteprima alla sua pubblicazione. Ora è online da qualche mese, ma la Tana lo conosceva già da prima. Sono sincera nel dire che questo mi fa piacere e che ho dato i miei consigli a Claudia Piano con molta soddisfazione.

    ‘Cuori Confusi’ è una storia che potreste incontrare osservando i vostri amici, i vostri conoscenti, o perché no, anche voi stessi. Non deve per forza accadere qualcosa di enorme per lasciare impressi nel lettore pensieri, emozioni e sensazioni.

    Elisa, la protagonista di questo romanzo, si sente appagata dalla sua libreria e dal posto nell’orchestra del suo paese, ma c’è qualcosa che non gli permette di vivere serenamente come vorrebbe: l’amore. È fidanzata, anzi ha passato diversi fidanzati, ma con nessuno di questi si è mai sentita completa, unica e felice come con… Fabrizio.

     

     

    Leggi qui la recensione integrale.

  • Nuovo universo fantasy da esplorare

    Non posso negare di avere un debole per il fantasy: è il primo genere con cui mi sono approcciata alla lettura e ancora lo sento come mio amore. Perciò non sorprendetevi se il libro di Daisy Frachetto mi è piaciuto così tanto ;) Se volete immergervi anche voi nel suo Ovoide delle Dimensioni, leggete la recensione per saperne di più e poi leggete fino all'ultima parola!

     

    Trama: Lunar è tornata. A tre anni dall’esperienza nella Casa e dalla violenza che l’ha messa di fronte a un duro processo di trasformazione, la giovane protagonista di Dodici Porte non è più una ragazzina. Abita da sola in un piccolo appartamento in città, studia e lavora. Accanto a lei il fedele cane Sinbad, su cui grava una maledizione che Lunar non conosce, e l’anello che le ricorda costantemente il legame con la Terra dei Morti. Dopo l’ultima visione avuta fuori dalla Casa, nella quale un bambino veniva rapito da un gigante, la giovane non ha più avuto esperienze del genere, o contatti con altre Dimensioni. A volte stenta a credere che ciò che ha vissuto nella Casa sia davvero accaduto. Ma c’è l’amico Sinbad a ricordarle chi lei sia. Lunar ha stretto amicizia con Odilon, un bambino dal passato misterioso che vive in orfanotrofio. Proprio la scomparsa del piccolo, ad opera di un essere spaventoso, riporterà la nostra protagonista e il suo amico a quattro zampe a contatto con le Dimensioni parallele. Lunar e Sinbad, con l’aiuto di Altea, proveniente dai Cieli Razionali, si metteranno sulle tracce dei rapitori di Odilon. Ha inizio il viaggio attraverso sei portali dimensionali rappresentati da sei lapidi bianche. Di nuovo un percorso che è insieme scoperta di se stessi e di luoghi sconosciuti. Di nuovo avventure formidabili che svelano quanto ci sia di sublime e oscuro nell’inconscio.

     

     

     

    {Le parti in nero sono dello spoiler, rivelano qualcosa della trama che non tutti vorrebbero sapere. Perciò se volete, passateci sopra con il mouse rivenandolo, altrimenti andate pure avanti. E' una vostra scelta}

     

    Recensione della Tana:

     

    Quando uno scrittore tiene al proprio lavoro, lo si può vedere anche dalle piccole cose che circondano la trama di un romanzo. Mi è capitato di vederlo tante volte nella Tana e con ‘Sei Pietre Bianche’ di Daisy Franchetto sono di nuovo di fronte a qualcosa del genere. La copertina è evocativa di ciò che la protagonista dovrà affrontare e il percorso che l’aspetterà per salvare ciò che le è stato portato via e scoprire segreti, anfratti e capire meglio l’Ovoide delle Dimensioni.

    Cos’è questo Ovoide?

     

     

    Continua a leggere per saperne molto di più.

  • Sette racconti e un unico legame

    Quando leggo un libro mi piace scavare tra le righe per trovare legami, piccoli particolari, quelle piccole cose che l'autrice potrebbe aver nascosto tra le sue parole... con 'See who I am' di Silvia Castellano è successo esattamente questo **.

     

    Trama: Sette racconti di diversa lunghezza, scritti in momenti diversi: “Guardian”, “Il mistero di Greystone”, “La ragazza sull’altalena”, “Ricordo di un amore”, “See Who I Am”, “Sogno di una notte d’estate” e “Amore mio”. Tutti con un elemento comune, che tocca a voi scoprire. Ma ricordate: non tutto è come sembra in apparenza e in ogni momento la tua vita può cambiare. Dunque tenete gli occhi aperti e godetevi la lettura.

     

     

     

    Recensione della Tana:

     

    See who I am’ di Silvia Castellano appare, già dal primo racconto, come una lettura piacevole, rilassante e sicuramente ben strutturata. Il creare un legame tra storie che potrebbero sembrare distanti tra loro è qualcosa che mi ha da sempre affascinato. Per esserci un filo rosso che lega i personaggi, anche di storie diverse come in questo caso, non devono per forza esserci le stesse trame, ambientazioni e finali, serve avere un punto di arrivo ben fisso in testa.

    La stessa autrice ci invita, si legge nella sinossi dell’opera, a richiamare alla mente durante e a fine lettura quello che è il legame che unisce i suoi racconti. Ebbene, sono pronta per dirvi che non ho trovato un solo legame, ma tanti concatenati con loro con maestria ed equilibrio.

     

    Leggi l'intera recensione.

  • Blog Tour S.E.U. - Fantasy

    La Tana ha aderito a un blog tour organizzato dalla S.E.U.e ha partecipato in prima persona alla tappa fantasy: alcuni degli autori facenti parte dell'associazione hanno mandato del materiale per organizzare una stupenda promozione. Perchè? Perchè la conoscenza è il primo passo per far sapere che esistiamo! Dunque, vi lascio all'immagine ufficiale della prima tappa del blog tour:

     

     

    Nell'immagine trovate le date e i blog partecipanti al blog tour e se avete del tempo da riempire cliccateci sopra e verrete rimandati al mio articolo specifico: conoscerete i romanzi fantasy partecipanti, i blog con i loro link e tanto altro. Vi aspetto <3

     

     

     

     

  • Giveaway 7° - La Tana Consiglia feat Words

    La Tana è arrivata a un nuovo giveaway, precisamente al settimo di una lunga (speriamo) serie smile. Questa volta sto ricollaborando con il blog Words, il quale ha anche una pagina fb, per creare una promozione dell'autrice Francesca Rossini. Prima di lasciarvi all'immagine da aprire per partecipare al give seguendo le regole, vi lascio con trame e copertine dei libri presi in esame.

     

     

     

     

     

    Trama: Laura, una maestrina tutta d’un pezzo, occhiali, capelli tirati in uno chignon e la convinzione che la vita sia fatta di sacrificio e organizzazione. Lorenzo, un eterno precario, convinto che la vita sia solo battute di spirito e occhiate dolci alle colleghe. Due anime opposte, che dovranno imparare a collaborare per un anno. Laura rimarrà ferma nelle sue convinzioni, barricata nelle sue certezze e protetta dalla quotidianità che l’anziano padre e il fidanzato hanno plasmato attorno a lei? Riusciranno a trovare un punto d’incontro, per il bene dei loro alunni? Cosa nasconde Lorenzo nella vita lontana lasciata a Piacenza?

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    1983. Un enigmatico agente dell'intelligence americana: Clay Nathan Hobbs, nome in codice Blue Shadow, coinvolge l'infermiera Leila Lane in una rocambolesca avventura in Europa sulle tracce di un agente del kgb, Egor Vinogradov, che ha un grosso conto in sospeso con lui. La comparsa in scena dell’agente segreto Rebecca Doyle, complicherà rapporti tra i protagonisti.
    Il terzetto dovrà tenere a bada i sentimenti per sventare un complotto ideato dallo spionaggio sovietico e la minaccia di conflitto atomico.

     

     

     

     

     

     

    Ora vi lascio all'immagine da cliccare per essere rimandati a fb e iscrivervi al giveway *.*

     

     

    Grazie della partecipazione!

     

    Vostra,

     

  • L'amore ha il potere di farci arrendere?

    Il titolo di questo articolo è una domanda che molto spesso ci poniamo senza raggiungere una risposta.
    L'amore ha il potere di farci arrendere?
    Non ho la risposta a questo quesito, ma Ilaria Militello, l'autrice di 'Arrenditi all'amore' ha scritto un intero libro su come i suoi protagonisti: Ji e Kibum tra i tanti, siano riusciti a capire cosa fare. Non è certo stato un percorso facile, ma sono giunsti a una loro decisione. Vale la pena leggere le loro emozioni, amori, tradimenti e canzoni...

     

    Trama: Quanto può essere difficile alle volte arrendersi all’amore, soprattutto se come Eunji vedete l’amore come puro e solo piacere, eppure, nessuno può sfuggire ad esso, soprattutto quando è il tuo migliore amico a farti battere il cuore. Ma nulla è facile in amore, specialmente se c’è un triangolo amoroso, si perché Eunji è fidanzato con Yong ed entrambi fanno parte della testa boyband, tutto è più difficile se si rischia di far vacillare la serenità del gruppo, eppure il desiderio è troppo forte e Eunji e Kibum si ritrovano a doversi accontentare di un amore clandestino ma passionale. Kibum entrerà nel cuore del suo amico in punta di piedi, giorno dopo giorno, facendo vacillare le sicurezze di Eunji. Fra litigi, amore e passione la vita di Eunji diventerà movimentata e alle volte anche pesante, non solo gli impegni con il gruppo renderanno i suoi giorni difficili. Lasciatevi dunque trasportare fino a Seoul, Corea del Sud, per assaporare una storia passionale e capirete che prima o poi bisogna arrendersi all’amore.

     

    Recensione della Tana:

     

    Arrenditi all’amore’ è il nuovo romanzo di Ilaria Militello:è uscito da poco più di un mese e l’autrice ha già organizzato un blog tour per promuovere l’opera. Come potete immaginare, io ci sono dentro. Trovo queste iniziative davvero carine e se ben fatte, come in questo caso, propedeutiche a far conoscere il proprio romanzo. Alla fine il miglior marketing di un libro è quello fatto dal suo creatore: mamma o papà ^.^

    All’intero di questa tappa del blog tour, la Tana scriverà, come è suo solito, una recensione e vorrei iniziare con il dire che questo non è il primo libro di Ilaria Militello che passa per le mie mani e che trovo il suo stile migliorato. Con questo non voglio togliere niente agli altri romanzi, ma ‘Arrenditi all’amore’ ha qualcosa in più sulla spinta della scorrevolezza e dei temi trattati. Difatti, ciò che mi ha colpito in modo piacevole è il sentire all’interno della storia che nessuno dei personaggi aveva da ridire per le relazioni omossessuali presenti, come se fossero accettate come vita 'normale'. E’ vero che nel mondo reale sicuramente non sarebbe così, vero è anche che il romanzo non è ambientato da noi, ma mi sento di dire che nonostante il sentire che le relazioni erano giudicate mi è mancato, per un fattore sociale e di far essere la storia concretizzata il più possibile, mi è piaciuto che i caratteri ‘persecuzione’ – ‘bullismo’ – ‘ecc…’ siano stati mancati.

     

    Leggi l'intera recensione.

  • La Tana e un book tag pizzoso

    Mi sono rimboccata le maniche e ho scavato nel 'profondo' per annunciarvi questo book tag tutto contornato di pizza <3 Ogni pizza un libro. Buona lettura :D
    [cliccate sulla pizza per essere portati al tag]

     

     

     

  • Una città dell'amore...

    Se qualcuno vi chiedesse di lasciare tutto e partire con lui/lei per qualche giorno, lo fareste? Il lui/lei in questione è una persona appena conosciuta, amico di un'amica, che vi piace ma non siete sicuri di cosa provare. Dopotutto, la vostra vita fino ad adesso non vi ha appagato più di tanto... Scoprite con me che cosa sceglierà di fare Guia, la protagonista di 'Una notte a Londra' di Evelyn Storn e Miriam Rizzo...

     

    Trama: Guia è una donna insicura, senza prospettive e con scarsa autostima. Vive una situazione disastrosa: mantenuta in parte da genitori impiccioni e ipercritici e in parte dal compagno Guido, sesso dipendente, strampalato tanto da chiamarla con nomignoli assurdi e, per di più, padre di tre pesti che non la sopportano. Guia conserva sempre nel cuore, però, il sogno di incontrare un uomo che la ami e che realizzi il suo più grande desiderio: andare a Londra.Sfiduciata, accetta lʼinvito a cena dellʼamica Marzia e, nella sua vita, appare Alessandro, ricco ma alle prese con il lavoro di baby sitter per contrasto alla famiglia, e vincitore di un concorso che gli permetterà di trascorrere una notte nella metropoli inglese. Basterà questo incontro a far scattare la scintilla e a stravolgere il destino di Guia?

     

    Recensione della Tana:

    ‘Una notte a Londra’ è un mini romanzo delle autrici Evelyn Storm e Miriam Rizzo, le quali hanno deciso di collaborare insieme per dare vita a questo progetto. Il risultato è, a mio avviso, corto nella sua presentazione ma essenziale. Non ci sono giri di boa inutili o interessanti ma inconcludenti descrizioni. Si ha una protagonista, Guia Gui, e chi sta intorno a lei e ne influenza la vita. La presenza di questi personaggi secondari e terziari sembra proporzionata all’influenza che hanno su di lei.

    Mi spiego meglio. All’inizio si pensa che Guia sia totalmente succube dei suoi genitori: vive in un appartamento condominiale di famiglia, pagano tutto loro e non è libera di prendere una decisione senza che i suoi mettano bocca in questa, nonostante la sua età abbia superato i trenta. Di quanto non ci è dato saperlo e non è nemmeno importante ai fini della storia. Comunque, stavo dicendo che all’inizio, dalle parole di Guia stessa, si è portati a credere così, ma in realtà colei che influenzerà di più la nostra protagonista è Marzia, la sua amica più giovane. Sarà lei a trovarle il bel boy che poi la conquisterà.

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE ANCORA...

  • Si va di poesia e canzoni...

    Vi è mai capitato di sentire la necessità di esprimere ciò che avete dentro? Non solo in storie, ma in versi e strofe? Raffaele Petrellese ha seguito questa necessità, creando la sua raccolta: 'Poesie, canzoni ed altri drammi di un giovane innamorato'.

     

     

     

     

    Trama: Questo libro è una raccolta di poesie, testi e storie scritte nel corso di diversi anni. Raccontano di amori mai dichiarati o non corrisposti, di amori lunghi soltanto una notte. Delusioni, dolore e ferite profonde quanto l'anima.

     

    Recensione della Tana:

     

    Oggi nella Tana vi propongo una raccolta di poesie, canzoni ed altri drammi, tratti dalla vita e dalle esperienze di un giovane innamorato. Dopotutto, è così che si scrive, no? Ciò che trascriviamo, in versi o in strofe, deriva da ciò che abbiamo dentro, che sia nascosto o alla luce del giorno. Siamo noi. Noi nell’insieme di ciò che ci circonda e di ciò che assimiliamo.

     

     

    Clicca qui per continuare a leggere.

  • Giveaway 6° - La Tana Consiglia

    Dopo una pausa nel mese di Agosto, eccoci con un nuovo giveaway... tutto volto alla promozione della figura di Annarita Tranfici, traduttrice e scrittrice.

     

    Il give di questo mese è in collaborazione con la pagina 'Quartiere librofilmico' e tratterà di una sola autrice/traduttrice, Annarita Tranfici.

    Ecco le regoline per partecipare:

    [CLICCANDO SULL'IMMAGINE VERRETE RIMANDATI AL POST FB DOVE SARA' POSSIBILE PARTECIPARE ALL'ESTRAZIONE DEL GIVEAWAY]

    1) mettere il like alla Tana (https://www.facebook.com/tanadeilibrisconosciuti/)

    2) mettere il like alla pagina sostenitrice (https://www.facebook.com/quartierelibrofilmico/?ref=ts&fref=ts)

    3) condividere il post taggando due amici (due lettori *.*)

    4) commentare con il libro che si vorrebbe ricevere come premio ^.^

    ECCO I LIBRI PARTECIPANTI CON LE LORO TRAME. TUTTI E TRE SARANNO SPEDITI IN VERSIONE EBOOK!!!

    PER PRIMI VI PRESENTERO' LE DUE TRADUZIONI:

    1- 'LE ANIME BIANCHE' di Frances H. Burnett.

    "Ysobel è una ragazzina timida e minuta che non ha mai conosciuto i genitori e vive, assieme ai tutori Jean Braidfute e Angus Macayre, in un castello dall’aspetto austero immerso nella desolata brughiera scozzese. Fin dall’infanzia, la bambina mostra di essere dotata di un particolare “dono” che la rende diversa da tutti gli altri bambini; ella ha il “potere di vedere oltre le cose” e di entrare in contatto con le anime dei defunti, ormai libere dalle sofferenze e dalle paure dell’esistenza. “Le anime bianche” (“The White People” nella versione originale) è un romanzo breve in cui la celebre autrice dei ben più conosciuti “Il piccolo Lord” (1886) e “Il giardino segreto” (1911) presenta, attraverso gli occhi della propria protagonista, le sue personali considerazioni circa ciò che attende l’uomo dopo la morte. Si tratta di un racconto carico di motivi gotici, di verità e saggezza, in cui emergono non soltanto il talento narrativo dell’autrice ma anche alcuni dettagli che rimandano al personale rapporto con il suo primogenito e con la religione."

    RECENSIONE DELLA TANA (http://tanadeilibrisconosciuti.altervista.org/component/content/article/2-non-categorizzato/48-anime-bianche?Itemid=101)

    ♥♥♥♥ ♥♥♥♥ ♥♥♥♥

    2- 'LE PORTE DELLA MORTE' di Arthur B. Waltmire.

    "“Le porte della morte” è l’unico racconto pubblicato dello scrittore americano Arthur B. Waltermire (finora non disponibile in lingua italiana). Si tratta di un'opera di poche pagine, breve e molto scorrevole, il cui tema portante è il mistero più grande dell’esistenza, quella condizione che ci rende tutti uguali e a cui nessuno di noi potrà sottrarsi: la morte. La morte, nel testo dello scrittore americano, è osservata da due prospettive e angolazioni completamente differenti: quella del signor Judson McMasters, uomo ricco e distinto, di famiglia benestante, conosciuto e rispettato da tutti e il quella del fedele servitore Hiram Biggs, il quale è al servizio della sua famiglia da generazioni, fin da quando era un ragazzino."

    RECENSIONE DELLA TANA (http://tanadeilibrisconosciuti.altervista.org/recensioni/perle-nascoste/2-non-categorizzato/111-le-porte-della-morte-arthur-b-waltmire-tradut-annarita-tranfici)

    ♥♥♥♥ ♥♥♥♥ ♥♥♥♥

    Ora veniamo al suo ROMANZO BREVE ORIGINALE.

    3 - 'I DUE VOLTI DI NUOVA DELHI' di Annarita Tranfici.

    "Mani che si sfiorano e baci casti incapaci di nascondersi da sguardi perfidi e pericolosi. Desideri pressanti nel petto, spie di sentimenti a cui non è concesso veder brillare la luce del sole. Un fiore puro esposto alle intemperie, facile preda della gelosia e dell'invidia di cuori malati.

    Una storia la cui dolcezza si perde in un pomeriggio come tanti che svela i volti di una Nuova Delhi con due anime; un lembo di terra in cui la sacralità confina con la perversione, in cui moralità e amoralità si intrecciano lasciando all'anima che si muove in questo teatro, tanta amarezza e rassegnazione"

    ♥♥♥♥ ♥♥♥♥ ♥♥♥♥

    Il give durerà fino al 28/09/2016 alle ore 0.00

    L'estrazione avverrà con random.org il 29/09/2016.

    Buona Fortuna.

     

     

    - Hanna M.

     

    {jcomments on}

  • Danger. High Voltage. Alt!

    Se vedeste scritto in un enorme cartello: 'Danger. High Voltage. Alt!'. Voi che cosa fareste? Sicuramente molti se ne starebbero alla larga, ma sono certa che alcuni, quelli più intrepidi e curiosi, si arrischierebbero a controllare che cosa quel cartello nasconde. E' proprio ciò che Mark, il protagonista di 'Danger', decide di fare. Posso già dirvi che se potesse tornare indietro, non farebbe più la stessa scelta...

     

    Trama: In un giorno qualunque, Mark, a bordo della sua inseparabile auto, piomba in una sperduta cittadina dove occhi curiosi lo seguono attentamente. Si ferma solo per una pausa, deve infatti proseguire perché ha tanto materiale scottante da vendere durante la successiva tappa, ma non immaginerà di smarrirsi in un labirinto costruito da se stesso. Danger è un horror psicologico in cui passato e presente si rincorrono e scontrano senza fine.

     

     

    Recensione della Tana:

     

    Il mese scorso, ho fatto una recensione su uno dei romanzi facenti parte del progetto Sad Dog Project. Eccomi qui, ora,  a fine agosto, a pubblicare un’altra recensione su uno di questi romanzi.

    La lettura di ‘Danger’ di Ilaria Pasqua è stata piacevole e scorrevole. Ho amaro particolarmente le descrizioni, sia fisiche che caratteriali, del protagonista. All’inizio, questo non ha nemmeno un nome – essendo il romanzo (breve) scritto in prima persona e non è che il protagonista si chiami da solo – ma man mano che scopriamo cose di lui, anche il nome verrà fuori. Mark, ecco come si chiama. Non ne sapremo mai il cognome. Questo del non conoscerne il cognome, secondo me, è sintomatico delle informazioni che poi il lettore riesce a capire su di lui dal testo. Non è uno di quei romanzi in cui sai ogni cosa del protagonista, si sa il necessario per non cadere in confusione. Confusione in cui si potrebbe cadere, se non si scorre con attenzione la storia di Mark.

     

     

    CONTINUA A LEGGERE...

  • Sorpresa di Traduzione

    Grazie ad Annarita Tranfici, ora, possiamo leggere tradotta l'opera di Arthur B. Waltmire. Se non sapete chi è, leggete la recensione, dove spiego alcune cose sull'autore, sulla traduttrice e sul romanzo breve. Mi verrebbe da dire, peccato che fosse breve T.T

     

    Trama: “Le porte della morte” è l’unico racconto pubblicato dello scrittore americano Arthur B. Waltermire (finora non disponibile in lingua italiana). Si tratta di un'opera di poche pagine, breve e molto scorrevole, il cui tema portante è il mistero più grande dell’esistenza, quella condizione che ci rende tutti uguali e a cui nessuno di noi potrà sottrarsi: la morte. La morte, nel testo dello scrittore americano, è osservata da due prospettive e angolazioni completamente differenti: quella del signor Judson McMasters, uomo ricco e distinto, di famiglia benestante, conosciuto e rispettato da tutti e il quella del fedele servitore Hiram Biggs, il quale è al servizio della sua famiglia da generazioni, fin da quando era un ragazzino.

     

    Recensione della Tana:

     

    Mi sono sempre chiesta quale sia il criterio che si debba tenere conto per decidere se tradurre o meno un’opera nella proprio lingua. Credo che un fattore molto importante sia il numero di vendite che quest’opera ha avuto nel suo paese. Se vendi a casa tua, forse venderai anche all’estero.
    Non so, ovviamente, se questo ragionamento valga per tutti i romanzi oppure no. Quel che so è che amo i classici e sono stata davvero felice quando Annarita Tranfici mi ha informata che, oltre a ‘Le Anime Bianche’, già trattato nella Tana, la sua penna aveva tradotto anche ‘Le porte della morte’ di Arthur B. Waltermire. Titolo originale ‘The door of death’.

    Ma prima di passare a parlare del romanzo, darei alcune informazioni basilari, rispondendo a due domande di somma importanza.

     

     Chi è Arthur B. Waltermire?

     

    Arthur Beecher Waltermire (1888-1938) fu uno studioso, scrittore, viaggiare, musicista e insegnante. Nacque e crebbe nell’ Ohio e studiò alla State Ohio University. Andando avanti con la sua vita, si trasferì con la moglie a Columbus, e scrisse un unico racconto per il periodico Wird Tales (pulp magazine statunitense di racconti horror e fantastici). Tale racconto è poi diventato oggetto di questa recensione. Sì, esatto. Stiamo parlando de ‘The door of death’.

     

    Chi è Annarita Tranfici?

     

    Annarita è un’artista nel campo letterario, napoletana di nascita ma di adozione londinese, ha le mani in pasta in diversi progetti letterari. Alcuni esempi -> la traduzione del romanzo ‘Il ballo’ di Némirovsky per la collana Libreria Internazionale della casa editrice Montecovello, la cura di una rubrica culturale intitolata Phenomena per il network SociArt Network e scrittrice di ‘I due volti di nuova Delhi’ pubblicato con Lettere Animate.

     

     

    CONTINUA A LEGGERE :)

     

     

  • La fine di Ilenia Leonardini -> Life inside Hurricanes

    Insieme a Ilenia Leonardini, siamo arrivati alla fine di questa sua prima trilogia dark/ghotic. Una trilogia thirlle, piena di suspence e forse realtà irrisolte. Se siete deboli di cuore (scusate ma volevo dirlo da qualche parte xD) non girate pagina ma continuate a leggere u.u

     

     

    Trama:  IRDA EDIZIONI Siamo giunti all'epilogo della saga dedicata ai gemelli Andeas e Hagen Hauser della bravissima Ilenia Leonardini. Posso ben affermare che qui ci troviamo davanti ad una grande promessa della letteratura new gotic dark, poiche, senza alcuna riserva, posso dire che la trilogia della scrittrice Ligure e forse la piu bella del genere che abbia mai letto. Ilenia non si risparmia nella scrittura, rimane coerente e incisiva in tutti e tre i tomi. Il linguaggio fresco e intenso trasporta il lettore. Mai la sua scrittura risulta noiosa o appesantita ma, al contrario, riesce a tenere alta la tensione fino all'ultimo rigo. Cio conferma maggiormente il grande talento di Ilenia. La trama e sempre ricca di spunti preziosi e di logiche a volte superbe. I personaggi sono curati minuziosamente in ogni particolare. Qualsiasi figura entri in scena non e mai banale e scontata ma, al contrario, risulta essere un personaggio di grande importanza ai fini della storia...

     

    Recensione della Tana:

     

    Con Ilenia ho potuto scoprire una trilogia dark-ghotic dai risvolti inaspettati e incerti. Anche ora che ho letto l’epilogo della sua storia, sono convinta che se la storia fosse stata curata di più dal punto di vista dell’editing e dell’organizzazione della trama stessa, avrebbe potuto rendere di più. Ho notato che nel web che la trilogia ha avuto diverse recensioni e quasi tutte sono positive. Questo significa che come storia di base funziona, ma che, almeno secondo il mio modesto parere, se curata di più avrebbe potuto stra-funzionare.

    Dico questo non perché sono impazzita o qualcosa di peggio, ma perché molte cose da me segnalate nella prima recensione e nella seconda sono rimaste. Parlo di refusi e di errori anche abbastanza gravi. Ho notato, pertanto, un miglioramento in alcuni casi, soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi e nella descrizione delle ambientazioni.

     

     

    CONTINUA A LEGGERE QUI...

  • E10 - In fuga

    In fuga... da dove? E10 si trova all'improvviso in una clinica strana e silenziosa. Chi lo ha portato lì? Perchè? Come mai mentre scappa ha continui momenti di dejavu? Tanti interrogativi... una sola storia. Quella di E10.

     

    Trama: E10 è il nome in codice di un uomo rinchiuso in un centro ricerche. E10 non ricorda chi è, né come sia arrivato in quel posto, capisce solo di essere una cavia. Sfruttando un momento di distrazione, ma anche capacità di combattimento inaspettate, E10, o Ethan come preferisce chiamarsi, si libera e fugge dal centro. La struttura si trova però su un'isola sperduta in mezzo all'Oceano Pacifico. La sua fuga ha le ore contate?

     

    Recensione della Tana:

     

    Lettori della Tana, oggi vi propongo un mini romanzo, o racconto che dir si voglia, che consiglio a un grande numero di quelli che tra voi mi seguono. Ha molti degli elementi che amo in una lettura e il narrare dell’autore mi ha tenuto con il filo sospeso fino alla fine. E10 non è il solito protagonista, non è un ragazzo che sa fare tutto o che sa trasformarsi in chissà quale animale mitologico o fantastico, ma è simile, più di quanto possiamo immaginare, a ognuno di noi.

    Lo stile con cui viene narrata la sua storia è lineare ed equilibrato. L’autore riesce, in un gioco tra passato e presente, a illustrarci man mano le informazioni che andranno a creare il puzzle della nostra indagine. Dico indagine perché solo così si può definire il cercare di capire che cosa è capitato a E10.

    Ma chi è veramente E10? Come è finito in quel laboratorio di ricerca che somiglia così tanto a un carcere? Perché ora che sta scappando, ha continui dejavu su ciò che sta facendo? E se lo avesse già fatto?
    Questi sono tutti interrogativi che mi sono posta fin dal primo capitolo, quando il personaggio di E10 ci viene presentato come un paziente di una ben strana clinica. Tutto è strano e nuovo per lui. E l’affinità che si sente con esso spinge ad andare avanti per cercare di aiutarlo. Sapete come funziona, no? Se non si va avanti, è come se si lasciasse intrappolato il protagonista nella situazione indesiderata di turno. Se, invece, si va avanti nel leggere, lo si aiuta a capire e a stravolgere la trama.

     

     

    CONTINUA A LEGGERE QUI...

  • Love Vampire - Saga.

    Ilaria Militello e la sua saga ---> Love Vampire... e voi credete nei vampiri?

     

    TRAMA SECONDA VOLUME --> Si arriva a un certo punto in cui la verità non può più rimanere nascosta. La verità uccide chi la teme e questa volta Lùlea dovrà essere più forte che mai per affrontare ciò che il destino le riserverà. Ogni mistero, ogni dubbio verrà finalmente svelato, ma molto altro ancora scoprirà, molto più di quello che si aspetta e la verità la porterà a prendere delle decisioni, porterà dolore e un nuovo nemico da affrontare. Questa nuova minaccia non saranno delle semplici ragazze gelose o una nonna troppo autoritaria, sarà un vero nemico con la smania di potere e con un unico scopo: ucciderla.

    L’amore riuscirà a superare ogni cosa o le strade di Alex e Lùlea si divideranno?

    Quale sarà il loro destino e quali saranno le sconvolgenti verità che Lùlea dovrà scoprire?

     

    TRAMA TERZO VOLUME --> Cosa si fa per amore?
    Nella vita si hanno sempre delle scelte e alcune sono più difficili da prendere, soprattutto se riguardano la tua eternità.
    Ora che tutto è stato svelato a Lùlea non resta che decidere: una vita eterna con Alex come vampiro o salvare tutti dalle manie di grandezza di Lauriee, ma questo significa diventare una strega e non poter stare con Alex.
    Nuove verità sconvolgeranno i due protagonisti e la pressione di una scelta importante metteranno a dura prova il loro amore.
    Ma quello fra Alex e Lùlea non è un banale amore, ma un legame che dura nel tempo. Loro sono destinati da sempre a ritrovarsi e stare assieme, ma riusciranno questa volta a concedersi la loro eternità?
    Cosa sceglierà infine Lùlea, una vita da strega o da vampiro?
    Ogni scelta ha un prezzo e per quanto esso sia caro, bisogna sempre scegliere alla fine.

     

    CLICCATE SULLE COPERTINE PER SAPERE LA RECENSIONE...

     

      

  • Vampiri, sangue e amore.

    Una nuova recensione è approdata nella Tana -> Love Vampire di Ilaria Militello. Il titolo già dice molto, ma voglio aggiungere due parole. Love Vampire è una storia di un amore immerso in qualcosa di più grande di lui, una sfida, una missione per chi non sapeva nemmeno la sua vera natura... figuriamoci quella di chi la circonda...

    Trama: Lùlea in seguito alla morte di sua mamma si trova costretta a trasferirsi dai nonni materni in Irlanda, dove tutto è strano. Non è più come quando era bambina. C'è qualcosa di misterioso ora lì. Forse la nuova famiglia residente nella vecchia villa nel bosco è l'artefice di quell'alone di mistero? Lùlea ben presto conosce uno dei ragazzi della villa, il suo nome è Alex, che nasconde un grande segreto, come il resto degli inquilini della villa. Fra i due nasce subito un’intesa, una storia che sembra un dejà-vu. A Lùlea pare di aver già conosciuto e amato Alex in passato. La ragazza si troverà presto coinvolta in un amore forte, ma avrà anche il tormento di capire chi è veramente Alexandre Turner, che cercherà in ogni modo di nascondere la sua vera identità per paura di un suo rifiuto, ma presto dovrà decidere e a quel punto inizierà a scoprire verità che cambieranno ogni cosa.

     

    Recensione della Tana:

     

    Ilaria Militello è un’autrice già presente tra le recensioni della Tana. Motivo in più per leggere ancora qualcosa di suo e poi riproporvelo tra queste pagine. Altre sue opere sono 'Angel Inside'e 'Tutto accade a San Valentino', cliccate sul titolo per essere portati alla recensione. In questo modo potrete trovare altre storie della stessa autrice. Ma ora veniamo al nuovo romanzo ^.^

    Ciò che Ilaria ha creato, ora, ponendo fine alla trilogia proprio in quest’estate 2016, è una trilogia fantasy. La Tana si occuperà di tutta la trilogia, facendo uscire prima le recensioni del primo e del secondo volume, e poi del terzo in concomitanza con un blogtour che Ilaria ha organizzato per la sua trilogia. Curiosi? Allora, Partiamo…

     

     

    CONTINUA A LEGGERE...

  • Giveaway 5° - La Tana consiglia

    Buon otto di Luglio e buon caldo a tutti voi... ho una novità buona come un ghiacciolo all'amarena (scegliete il gusto che vi gusta di più): un GIVEAWAY tutto in cartaceo. Questo give è nato in collaborazione con Words (fb e blog), curato da una bravissima informatrice che, se guardate bene, ha già un anno in internet. E quando lo compie questo anno? Oggi natralmente... perciò tanti tanti tanti AUGURI!!!

     

     

    Per partecipare a questo give dovrete solamente cliccare sull'immagine che vedete qui sopra e nel post che vi comparirà seguire le seguenti regole:

    1) mettere il like al La tana dei libri sconosciuti
    2) mettere il like a Words (https://www.facebook.com/thisiswords/?ref=ts&fref=ts)
    3) seguire il blog di Words iscrivendosi tra i suoi fans -> http://words1.altervista.org/words/…

    (troverete "follow this blog" in basso a destra, scorrendo la bacheca del blog)

    4) condividere il post taggando 2 amici
    5) commentare con il libro scelto in caso di vincita

     

     

    Spero passiate in tanti e BUONA FORTUNAA *.*

     

     

  • Tag Challange - Strega comanda colore

    I colori sono spesso il fulcro d tutto, c'è chi pensa a colori, chi sogna e chi mangia seguendo i colori. E se ci fosse anche un tag colorato?

    Clicca sull'immagine e immergiti nel Tag Challange - Strega comanda colore *.*

     

  • Ispirazione monella

    Quando l'ispirazione non smette di solleticarci le mani, che succede? Bè, che tante storie nascono dalla nostra mente e si imprimono su carta così che i lettori possano godere della nostra compagnia. Ecco qui il nostro libri di Ilenia Leonardini, questa volta una raccolta di favole, chiamate 'Storielle e Favole'.

     

    Trama: IRDA EDIZIONI Fantasy, Fantascienza, Epica, Dark, sono solo alcuni degli argomenti trattati dalla bravissima scrittrice Ilenia Leonardini, nella sua nuova opera. Il volume non e solo un florilegio in cui mondi e situazioni si incontrano e si scontrano, ma e un'accurata ricerca etica di cio che ognuno di noi dovrebbe fare per migliorare. Ogni racconto, oltre alla visione edenica e un po' onirica, porta con se comunque una morale e questa non e solo una pausa di riflessione per un pubblico giovane ma e un messaggio per ogni uomo; perche i sogni non appartengono solo agli adolescenti ma a tutti, e tutti possiamo, nel nostro piccolo, cambiare le cose, basta solo volerlo...Francesco Luca Santo

     

    Recensione della Tana:

     

    Nella sezione Favoledella Tana era da un po’ che non inserivo niente di nuovo. Ma ora è giunto il momento di porre rimedio a questo vuoto. Oltre al libro di Francesca Murgia, ora potete trovare la copertina di Storielle e Favole di Ilenia Leonardini. Un insieme di favole, storielle e anche suoi pensieri… leggibili a tutte le età e con un misto di magia gotica e dark al suo interno.

    Ilenia è già presente nella Tana con altre due recensioni ai suoi thriller, ma come potete notare, questo genere non le ha impedito di ascoltare la sua ispirazione alla ricerca di nuovi generi. Grazie a questo noi lettori possiamo affondare i nostri denti nelle sue mile creazioni.

     

    CONTINUA A LEGGERE...

  • Viaggio tra se stessi e l'inconscio

    Uno dei viaggi più difficili, almeno a mio avviso, è quello dentro noi stessi. Qui sì che si nascondono insidie così pericolose che nemmeno i più intrepidi sapranno superare.

    Faith lo sa, ma vuole lo stesso capire che cosa non va in lei. Riuscirà ad arrivare alla fine del suo viaggio e capire quanto speciale può essere?

     

    Trama: Faith Ashling soffre di un disturbo dell'umore o quel vuoto esistenziale tipico di questa era sociale, nei quali i valori sono passati in secondo piano, se non scomparsi e ai quali hanno preso posto arrivismo, indifferenza, individualismo, egoismo e via dicendo.
    Questa Donna Passa da questo stato di "normalità" nei quali sente le sue emozioni i suoi sogni, i suoi sentimenti a momenti o periodi di melanconia più o meno accentuati, nei quali tutto si paralizza e perde di importanza. Stanco di questa vita, prende una decisione, forse l'unica decisione presa coscientemente o impulsivamente, ma sicuramente veramente sentita nella sua anima, di lasciare per un periodo tutto e partire, neanche lei sa per dove. Faith verrà aiutata da se stessa... e da un gatto nero... Minù...
    e... con il trascorrere degli avvenimenti nella sua vita... tante cose cambieranno.
    Finché un giorno, un raggio di sole la porta via.

     

    Recensione della Tana:

     

    Selene Rossi, autrice di Una realtà separata, è riuscita a centrare uno dei temi secondo me più difficili da toccare, soprattutto perché molto spesso gli autori dicono di volerlo inserire nei loro romanzi ma poi non riescono a farlo oppure non trovano niente di originale sul come proporcelo. Sto parlando della ricerca di se stessi. Questo cercare e ricercare una parte di noi, se non l’intero involucro che siamo, senza il minimo successo. Anzi, ogni volta che sembriamo sfiorare il fulcro della risposta, ecco che il tutto gira, si inverte e si allontana nuovamente. La protagonista di Selene, Faith Ashling, è proprio vittima di questo movimento ondulatorio e nauseante. Nel corso del romanzo breve, o racconto lungo che dir si voglia, si ritrova spesso a toccare con mano ciò che vorrebbe essere, ma ecco che qualcuno o qualcosa dà un calcio al suo essere.

     

     

    CONTINUA A LEGGERE ^^