• Solo un attimo e ricominciamo ancora

    Molto spesso può capitare di voltarsi indietro e cercare di comprendere che cosa sarebbe accaduto se le nostre scelte fossero state delle altre... sapete i cosidetti 'e se' - 'ma' - 'forse' - con fiocchi e controfiocchi. Valeria Marasco ha un indagato che cosa sarebbe potuto capitare se Sarah, la protagonista, avesse aperto gli occhi dopo un incontro fortuito con Regina Cooper, la magica donna africana. 

     

    Trama: Sarah è una donna determinata e costantemente concentrata sul suo lavoro di grafica pubblicitaria. Nella quotidianità non c'è spazio per l'amore, i suoi progetti potrebbero decollare da un giorno all'altro e le sue due amiche e confidenti condividono con lei la voglia di affermarsi nel mondo del lavoro. Presto, però, un incidente cambierà ogni cosa stravolgendo la sua vita stabile e incolore. Christian, un uomo affascinante e irritante, entra prepotentemente nella sua vita rubandole un bacio durante il loro primissimo incontro. Sarah è sorpresa dall'emozione che quel bacio le suscita e non riesce più a mantenere la parvenza di autocontrollo che si è costruita negli anni per proteggersi dalle delusioni. Le cose sono destinate a cambiare sempre più e, un avvenimento al di fuori di ogni schema, catapulterà lei e Christian in qualcosa di assolutamente irreale che costringerà i due ad avvicinarsi e ad accantonare il loro orgoglio per cercare di ritornare alla normalità . Ma i due protagonisti vogliono davvero ritornare alla vita di prima? Il destino compirà ogni scelta al loro posto e per maledizione o per fortuna, le loro esistenze cambieranno per sempre.

     

     

     Recensione della Tana:


    Voglio essere sincera con voi lettori e lo sono nel dirvi che prima della Tana, quindi dell’intensificare il rapporto tra autore e lettore e lo scrivere recensioni, il genere romantico non era molto presente nella mia libreria. Una delle motivazioni più accreditate dalla mia testa era l’essere attratta, ancor prima delle storie d’amore, da altri fattori come una storia thriller o un fantasy… romanzi in cui sicuramente poi dentro era presente un po’ di amore, ma non ai livelli di una storia incentrata su di esso.

    Grazie alla Tana, come dicevo pocanzi, mi sono avvicinata a questo genere e mi sono ricreduta sui pregiudizi in molti dei casi in cui li accostavo alla lettura di questo genere. Ho letto molti romanzi scorrevoli, non scontati, e con tematiche importanti. Uno di questi è il caso di Valeria Marasco ‘Solo un attimo’.

    Sarah, la protagonista di questo romanzo, è una donna dedita al lavoro, uscita da diverse storie non proprio convenienti per il cuore e senza troppi fronzoli in testa come magia o sovrannaturale. Ecco, di solito sono abituata a leggere libri in cui c’è una parvenza di romanticismo, ma in cui il genere che ruota intorno al fulcro si discosta dall’amore. Qui, invece, è accaduto il viceversa: si ha una storia romantica che ha anche parvenze sovrannaturali e un pizzico di magia in Regina Cooper.

     

    Chi è Regina Cooper?

     

     

    Continua a leggere per sapere chi è Regina!

  • Condividiamo il nostro mondo

    Condividere la lettura non significa solo parlarne con chi abbiamo vicino o con la nostra famiglia - anche se già è considerato un passo avanti rispetto a chi non fa nemmeno questo - ma anche parlarne usando questa nuova (non più tanto nuova oggi) invenzione che si chiama rete!

    La rete è buona o cattiva, come ogni altra cosa, a seconda degli usi che se ne fanno. Perciò non dobbiamo odiarla o temerla ma amarla se ci rende partecipi del processo della condivisione di ciò che amiamo o che potremmo amare. Non si può criticare qualcosa, ricordiamocelo bene, senza prima averlo conosciuto. E la rete in questo ci da' un grandissimo aiuto!

    Questo sito tratta di romanzo di autori emergenti e la rete ci aiuta a conoscere sempre più storie, personaggi e ci fa scoprire anche nuovi tipi di formati, come l'ebook, e nuove informazioni. Non si deve mai dare per scontato che tutti sappiano di cosa stiamo parando, ma si deve fermarsi e spiegare o più semplicemente - giusto per rimanere in tema - rimandare  a un link in cui qualcuno ha speso minuti della sua vita a scrivere tutorial, articoli, a girare video per chi era ignorante fino a prima della visione del suo lavoro.

    Il mettersi in gioco in rete è un modo per esprimere se stessi e cercare il contatto con gli altri. Le passioni che si hanno crescono con l'avvento di nuovi fandom, nuovi argomenti, film, telefilm, anime, manga, cantanti... nuove arti da scoprire perciò chi ha tanto da dire non potrà che amare questo nuovo modo di comunicazione senza macchia ne paura <3

    Nel dettaglio voglio pararvi di un blog che collabora con la Tana in n giveaway, creato appositamente per far girare alcuni libri di autori conosciuti attraverso la nostra pagina fb, cioè A little nerd'd shelfe, avendo chiesto all'autrice di parlarcene, riporto le parole che lei stessa ha usato per parlare di ciò che ama fare:

     

    "A little nerd's shelf" è un blog/canale YouTube tramite cui riesco a condividere la mia passione per libri, film, anime e manga. Se, dopo aver finito un libro, un film, un manga o un anime, penso che sia interessante condividere i miei pensieri in proposito, ne parlo. Più generalmente, se una cosa per me (sia in negativo che in positivo) merita una recensione, la faccio. E' un modo come un altro per condividere qualcosa che mi piace e che potrebbe unirmi a più persone"

     

    Ecco in queste parole trovo un sunto propositivo di ciò che in tutto il mio articolo ho cercato di esprimere. Rimanendo, dunque, in tema vi lascio con l'immagine del give in collaborazione con A little nerd's shelf e vi ricordo che cliccando sull'immagine sarete riportati al post fb in cui potrete, seguendo le regole, partecipare.

     

     

     

    -Hanna :)

     

     

  • Pasqua di libri

  • 'Si deve sempre mirare alla luna...'

    '... mal che vada afferri una stella.'

     

    Voglio iniziare questo post con una delle frasi che mi ha fatto soffermare a pensare del romanzo 'Tutto accade a San Valentino' di Ilaria Militello.
    Anche voi fate parte di quella percentuale che nei sogni ci crede ancora?  Spererei proprio di sì...

     

    Trama: "Mi stringo a lui e ci sdraiamo sul divano, mi accoccolo fra le sue braccia come una bambina piccola e mi rilasso, inspiro il suo profumo e lui mi stringe a sé. Tutto il resto non esiste più."

    Ilenia è una scrittrice. Da sempre sogna di andare a Seul, di ammirare le strade, i cartelli scritti in coreano, passeggiare sul Banpo Bridge e salire sulla N Tower. Quando alla sua agente arriva un'email nella quale le comunicano che una casa editrice intende pubblicare anche in Corea il suo ultimo romanzo, Ilenia è incredula. Non le sembra vero che dopo tanto averlo sognato finalmente sta per diventare realtà, ma non sarà l'unico sogno. Arrivata a Seul, Ilenia vivrà due settimane intense, piene d'emozioni e...di amore! Una storia d'amore che la scrittrice stenterà a credere, proprio lei che scrive dell'amore in ogni suo romanzo...ora, sembra arrivato anche per lei il momento di vivere una storia degna di romanzo. Lasciatevi incantare da una città unica, da un sogno stupendo e da un amore dolce.

     

     

     

    Recensione dellaTana:

     

    So che San Valentino è già passato, ma non credo che sia giusto essere così fiscali con i periodi dell’anno e le uscite di libri – o altro – che parlino di esse. Dopotutto quando una festa si ha dentro, nel profondo, può decidere di uscire quando più le aggrada innocent

    ‘Tutto accade a San Valentino’ non è solo una storia d’amore, come potrebbe sembrare dallo stesso titolo, ma è anche un invito a non smettere mai di sognare. Ilenia, la protagonista, crede così tanto che il suo sogno, appena realizzato, sia solo una proiezione della sua mente, da condividere questo pensiero con i lettori e anche con gli altri protagonisti della sua storia. Dico della sua storia perché questa non è solo un romanzo di Ilaria, ma anche di Ilenia, difatti ad un certo punto della trama si ha come una sovrapposizione tra autrice e protagonista, di cui non potevo non parlare. Trovo molto carino l’inserire una storia dentro una storia: è come se...

     

     

    Continua a leggere la recensione.

     

     

  • Di che colore è la nostra anima?

    Sono molti i colori che le persone affidano alle anime: nero, trasparente, bianco... ecco in questo romanzo le anime vengono proprio definite del color di una perla. Ysobel non sa come definire queste creature che vede ma sa che sono diverse, già dal primo sguardo nella sua infanzia, nel candore, nella bianchezza del volto e dalla felicità che esprimono in un sorriso. Sorriso e pace che non ha mai visto in altre persone...

    'The White People', titolo originale dell'opera, è un romanzo della stessa utrice, per cui forse si conoscerà di più, di 'Il piccolo Lord' e 'Il giardino segreto'. Con questo romanzo - tradotto ora per la prima volta in Italia - si riconferma grande scrittrice di mistero, profondità e indagatrice di anime e paure...

     

    Trama: Ysobel è una ragazzina timida e minuta che non ha mai conosciuto i genitori e vive, assieme ai tutori Jean Braidfute e Angus Macayre, in un castello dall’aspetto austero immerso nella desolata brughiera scozzese. Fin dall’infanzia, la bambina mostra di essere dotata di un particolare “dono” che la rende diversa da tutti gli altri bambini; ella ha il “potere di vedere oltre le cose” e di entrare in contatto con le anime dei defunti, ormai libere dalle sofferenze e dalle paure dell’esistenza.

     

    Recensione della Tana:

     

    ‘Anime Bianche’ – 'The White People' nella versione originale – è uno dei libri minori di F.H Burnett. Mi permetto di definirlo tale perché fino ad ora non era mai stato pubblicato in Italia e rispetto ad altre opere dell’autrice, come ‘Il piccolo Lord’ o ‘Il giardino segreto’ era rimasto nell’ombra. Ombra che gli è valso l’accesso in questa Tana, dove sono benvenute tutte quelle opere che, essendo all’inizio del loro percorso, possono essere definite emergenti.

    ‘Anime Bianche’ si presenta come un romanzo dagli aspetti gotici nei suoi risvolti pieni di mistero, sfuggevole tocca e fuga con la morte, ambientazioni solitarie, tetre ma singolari e abbaglianti e la presenza di anime, per l’appunto anime bianche. Ciò che colpisce è la capacità dell’autrice di insinuare un dubbio nella mente del lettore e poi dipanarlo così lentamente che si arriva alla fine...

    CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE

     

     

  • Una maschera a nascondere chi siamo...

    Nella storia sono rinomate le maschere usate per nascondere un viso o una parte più nascosta e profonda... come la nostra anima... Maschere usate in varie occasioni per nascondere chi si è veramente, per paura, dubbi, falsità o segreti celati... e se questi segreti venissero alla luce?

    Una Maschera è la protagonista scelta per questo fumetto - primo ad essere inserito nella Tana - ispirato alla cultura giapponese e al bianco e nero, tecnica da me molto amata <3 E da voi?

     

    Trama: La Maschera son io!' rappresenta il primo progetto a lungo termine dello Shin Project Studio. Questo lavoro nato sotto forma di manga, narra le vicende incredibili di un personaggio che è già entrato nell'animo di più persone attraverso racconti, film, libri in quanto personaggio storico/fantastico... parlo della Maschera di Ferro! Non posso svelarvi la trama della storia per ovvi motivi, tuttavia, vorrei consideraste questo manga come un viaggio mentale; qui vivrete le vicende di personaggi bizzarri, affonderete sempre più giù verso un mondo immaginifico, guidati dalla mia fantasia. Spero di riuscire a farvi ridere, commuovere e magari irritare ahaahah. Insomma un insieme di mille emozioni che vi porteranno (assieme ai protagonisti) allaricerca di verità nascoste. Non aspettatevi dunque la solita storia sulla Maschera di Ferro ed i moschettieri del Re, poichè lo scopo di questo racconto va ben oltre le date, le guerre e gli inganni che vi furono all'epoca di Luigi XIV. Che il viaggio abbia dunque inizio... lasciate il porto della realtà e lasciatevi condurre nei mari infiniti della fantastica storia chiamata: "La Maschera son io!"

     

    Recensione della Tana:

     

    La Tana si apre anche alla sezione fumetti per accogliere sempre più opere di autori emergenti. A rompere il ghiaccio è stata scelta ‘La Maschera son io!” ideata dalla collaborazioni di Samantha Scuri e Massimiliano Gissi. Lei addetta ai disegni, alle chine, alla storia (personaggi, story-board e sceneggiatura) e lui alla colorazione digitale, agli effetti speciali e alla creazione dei ballon. Insieme, unendo le forze, hanno creato un loro progetto che dà vita nuovi proposte e personaggi.
    La Maschera è a un primo volume edito - in cui ha incontrato un promoter, Salvatore Tripodi, che ha formato con Massimiliano e Samantha un trio, anche se solo in questo caso - e ora è alla conquista di un nuovo editore per i suoi prossimi volumi. Spero presto editi e alla portata di tutti :3

    Un manga, per chi non lo sapesse o ha dei dubbi, ha delle caratteristiche ben precise ed è per questo che mi discosterò dal definire questo fumetto con tale termine. Un manga si legge ad esempio da destra verso sinistra, mentre ‘La Maschera son io!’ rimane con la nostra lettura occidentale, dunque da sinistra a destra. Credo che questa scelta sia stata dettata agli autori dal non staccare troppo l’origine italiana dall’opera e per avvicinare uno stile che è ancora alle prime armi, almeno da noi, a tutti i tipi di lettori.

     

     

    CLICCA QUI PER VEDERE IN ANTEPRIMA UNA DELLE TAVOLEDELLA MASCHERA
    E PER LEGGERE LA RECENSIONE INTEGRA.
  • Gli angeli quando vengono...

    Mi sono permessa di citare nel titolo una bravissima parte di una delle tante canzoni di Tiziano Ferro, cantante che tra l'altro amo ascoltare e riascoltare. Secondo me potrebbe essere una splendida colonna sonora per il nuovo romanzo inserito nella Tana. Più ci penso, rimebro il testo e il romanzo, e più credo che sia così. Una colonna sonora adatta alle emozioni che Ilaria Militello, l'autrice, sa far nascere in ogni lettore. Il romanzo di cui parlo è Angel Inside. Eccovi un assaggio dell'articolo in cui ne parlo.

     

     

    Trama: Aurora quella vacanza in Toscana con la famiglia nemmeno la voleva fare e contava di passare i giorni a leggere, ma sua sorella Miriam e sua cugina Debora la trascinano con loro: discoteche, ragazzi e sole in spiaggia, lei che è una ragazza semplice e tranquilla, che ama leggere e vestirsi in modo poco appariscente. Ma quella per Aurora non sarà una semplice e tranquilla vacanza. Conoscerà due ragazzi uniti da un mistero e da un nome di una donna tatuato su di loro. Una storia d'amore che si mischierà ad un fantasy intrigante, proprio come i libri che Aurora ama.

     

    Estratto recensione della Tana:

     

    Il romanzo inizia con la presentazione della protagonista, Aurora, la quale oltre ad avere un bel nome è anche simile a noi comuni mortali. Ama leggere in spiaggia, odia il sole troppo forte e non sbava dietro a un qualsiasi ragazzo solo per avere un’avventura estiva da raccontare. Progetta un’estate in cui pensare a se stessa e ai suoi libri, quando il mistero che aleggia intorno a tre ragazzi incontrati nel luogo della sua vacanza, la destabilizzerà. Chi non ha mai sognato di far parte delle storie lette in un romanzo tanto amato? Ad Aurora capiterà qualcosa di simile, un’avventura in cui le silite forze del bene e del male si troveranno a scontrarsi.
    Ciò che ho notato, infatti, fortemente in ‘Angel Inside’ è la volontà da parte dell’autrice di far arrivare al lettore un messaggio: i pregiudizi sono uno dei mali peggior che possano limitare il cervello umano. Nel romanzo, in un primo momento, solo Aurora grazie al suo saper ascoltare e non fermarsi alla prima impressione, riuscirà a scavare nella corazza di uno dei due ragazzi sopra nominati, e a capirne la vera natura oltre che i motivi del suo agire. Di chi starò parlando? Leonardo o Lorenzo?

     

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE L'INTERA RECENSIONE

     

     

  • In un gioco di carte

    Cosa potrebbe accadere se i simboli cuori e picche entrassero a far parte di un titolo di un romanzo? Romantico per giunta? Angelica Cremascoli ha donato al re di picche e alla regina di cuori un gioco solo loro ma allo stesso tempo aperto a chi ha voglia di abbracciarli tramite la loro lettura e conoscenza! Un vulcano di passione la nostra Engie, un grande cuore Heart... dove il nome è già tutto un programma! 

    Se quel che vi serve è immergervi in un romanzo in cui all'amore si alternano valori, vere conversazioni, stimoli, dubbi e paure... siete nel posto giusto. Cosa vi resta da fare? Cliccare su questo link!

     

    Trama: Los Angeles, California. La culla dei sogni, il seno a cui gli artisti impavidi e temerari si attaccano per succhiare fama e successo, l'abbraccio persuasivo della seduzione. È qui che Engie Porter, ballerina eclettica e donna paralizzata dalla paura d'amare, incontra un temibile futuro, riflesso negli occhi celesti e appassionati di Derek Heart. Con un risveglio turbolento, Engie cerca di sottrarsi ai tranelli della vita, malgrado il destino, incarnatosi in Brenda "Brownie" Brandi, la diva, la super star, la regina dello showbiz, colei che aleggia sulla storia, ne muova sfacciatamente le fila. Una storia d'amicizia, d'amore, d'orgoglio; un duello di menti e di cuori, coinvolti nell'aspra battaglia per la reciproca conquista. Riuscirà l'amore a farsi di nuovo strada nel cuore di Engie Porter?  

     

     

    Recensione delle Tana:

     

    ‘Il re di picche e la regina di cuore’ è un libro edito dalla casa editrice Triskell Edizioni. Ho avuto già durante la mia tesi di laurea il piacere di avere a che fare con questa realtà editoriale e posso dire di essermi trovata a parlare con persone gentili e capaci. Perciò non è stata una sorpresa scoprire, a suo tempo, che Angelica Cremascoli avesse deciso di pubblicare il suo manoscritto proprio con loro.

    Appena ho avuto il romanzo tutto per me e ho avuto il tempo, seguendo i ritmi della Tana e della vita reale, di leggere e ho iniziato a leggerlo, l’ho mangiato in pochissime ore. Credo che sia scritto in uno stile semplice e lineare allo stesso tempo. Certo in alcuni punti mi sono fatta delle domande ma è normale che quesiti e dubbi nascano durante una lettura, il bello della nostra esistenza è che non siamo tutti uguali e una stessa soluzione, di un problema o stilistica, può apparire perfetta a una persona e incerta a un’altra. Facendo un esempio di questo romanzo specifico potrei riferirmi alla decisione dell’autrice di mettere in alcuni capitoli dei titoli mentre in altri di lasciare solo il numero… sono abituata a uno stesso format all’interno di un romanzo perciò, con curiosità, chiedo ad Angelica – potrai rispondermi se vuoi nei commenti qui sotto – a cosa è dovuta questa scelta. In realtà ho le mie teorie, una di queste è il...

     

     

    CONTINUA A LEGGERE PER ENTRARE NEL MONDO DI ENGIE

  • Giusto regala per una fangirl

    Giusto regalo per una fangir. Dove? In una libreria ovviamente!

     

    San Valentino è alle porte e molte di noi ragazze amano il romanticismo e questo ebook-gioco potrebbe essere davvero un bel regalo per loro :)

     

     

    Trama: INDICAZIONI: Se avete avuto una giornata grigia. Se siete stanche degli uomini inutili. Se amate la magia. Se avete un debole per gli aitanti personaggi dei libri. Se vi piace avere sempre l’ultima parola. Se amate voi stesse. CONTROINDICAZIONI: Alta presenza di fighi! Assumere moderatamente. AVVERTENZE: Può causare dipendenza.

     

    Recensione della Tana:

    Ormai quando si legge cinquanta sfumature (sì scritto piccolo così xD) si pensa solo a una cosa, ma come principio di questa recensione posso già dirvi che non è ciò che pensate voi! Sono brava ad avvertirvi: p
    La recensione è dedicata a Lorena Laurenti e al suo ’50 sfumature... di libri’, un romanzo divertente e ironico sull' innamorarsi dei nostri personaggi preferiti e desiderare che escano fuori dal loro fandom di appartenenza. Chiudete gli occhi e immaginatevi per un attimo che questo accada… non voglio poi sapere nei commenti che cosa vi siete immaginate… sono cose personali!

     

    CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE...

     

     

    Restate collegati con la Tana :)

  • Caldo con miele o neve gelata?

    Cosa scegliereste voi: il dolce gusto del miele magari sciolto in una bevanda calda o il freddo della neve? Lucia - Lou - la protagonista di questo romanzo si troverà a stretto contatto con entrambi, miele e neve per crescere e amare.

     

    Titolo: Come miele e neve

    Autore: Siro T. Winter

    Genere: romantico

    Caratteristiche: 630 p. in formato digitale

    Trama:«Perché batte il cuore?»

    È questa la domanda che Lucia “Lou” Zarda, trent’anni, si è posta per tutta la sua vita.  Ferita e delusa dopo la fine della storia decennale con Andrea Marini, Lou vive nel suo mondo fatto di colori e tele, chiusa nel bozzolo sicuro della sua piccola casa.  La sua vita è scandita della tranquilla routine quotidiana tra il Museo d’arte contemporanea e le lunghe passeggiate solitarie fino alla spiaggetta che guarda al parco di Seurasaari di Helsinki.  L’incontro inaspettato con il musicista che vive a pochi passi da lei, l’affascinante e misterioso Vilhelmi Niemi e i suoi verdi occhi di giada getterà mille dubbi su Lou, investendola con un turbinio di nuove emozioni, dubbi e speranze.  La voglia di lasciarsi andare si scontra con l’antica paura di non essere abbastanza. Scappare o restare rischiando di essere ferita di nuovo? Lasciarsi amare o rifugiarsi nella solitudine rassicurante?  Anni dopo, il destino porterà nuovamente Lou ad Helsinki: la terra che l’ha adottata e nella quale si sente a casa, la fredda e magica Finlandia con le sue aurore boreali e il sole di mezzanotte, dov’ è sempre stato il suo cuore.  Il ricordo di Vilhelmi, di colui che ha amato profondamente non l’ha mai lasciata, tormentandola anche nei sogni. Forse le loro strade si incroceranno ancora una volta e Lou troverà la risposta alla sua domanda.

     

    Recensione della Tana:

     

    Siro T. Winter potrebbe sembrare una scrittrice straniera ma, in realtà, noi italiani abbiamo la fortuna che sia proprio nativa della nostra bella isola. Il romanzo è scritto interamente in italiano me le auguro di essere tradotta in diverse lingue, credo che la storia potrebbe davvero piacere a molti lettori, anche stranieri. Dico questo perché la storia di Lou, soprannome di Lucia, non è di certo scontata ed è ricca di quei colpi di scena che ti spingono ad andare avanti nella lettura.
    Alcuni che mi seguono sapranno che il genere romantico non è tra quelli che preferisco leggere in cartaceo, eppure molti libri che sto leggendo per il sito, mi stanno facendo cambiare idea. E ‘Come miele e neve’ è uno di questi romanzi <3

    Nonostante il libro sia auto pubblicato e Siro abbia curato da sola, o...

     

    CONTINUA A LEGGERE...

  • Formazione come viaggio

    Il viaggio della formazione di ognuno di noi è strettamente personale e importante. Credo sia utile e anche piacevole leggere della formazione di un gruppo di ragazzi come noi e non dei robot che a volte sembrano popolare storie su storie. Ci si può formare anche divertendosi tra sorrisi, amori e lacrime.

     

     

    Trama: Gloria è una ragazza disincantata e pessimista, con una grande passione per la scrittura. Quando parte alla volta di Londra per studiare giornalismo non ha idea del viaggio che sta per intraprendere, né delle persone che le cambieranno la vita. Riuscirà a trovare la forza necessaria per inseguire le proprie ambizioni?

     

    Recensione della Tana:

     

    La prima cosa che colpisce del romanzo, almeno per me è stato così, è l’immagine che fa da sfondo al titolo. Nella mia intervista a Daniela ho scoperto che la copertina è stata creata da lei, ed ecco che qui vorrei inviarle ancora una volta un complimento a riguardo: è semplice, essenziale e senza fronzoli inutili. Il titolo naturalmente non è messo a caso e leggendo il romanzo, anche senza arrivare propriamente alla fine, capirete il perché di questa scelta.
    Lo stile con cui Daniela ha scelto di scrivere ha la mia approvazione – so di non essere una critica affermata – ma mi sento allo stesso modo di dire che lo stile che si trova nel romanzo è lineare e accompagna il lettore tra le sfide di Gloria, la protagonista, tra errori, onori e le sfide che la vita riserva. Sfide che nel bene o nel male la faranno arrivare lontano o al contrario la legheranno a terra...

     

     

    CONTINUA QUI PER SAPERNE DI PIU'

  • I sogni sono desideri...

    Quante volte ci hanno detto o cantato questo motivetto: "I sogni son desideri..."! E a volte sono proprio loro che ci spingono sulla retta via...
    Esistono diversi tipi di sogni ma tutti portano ad essere felici e a sentirsi più leggeri...

    Con questo pensiero in testa inauguro la sezione favole nella Tana <3

     

     

     

    Trama: "Un faro nel cielo al confine fra due galassie. La sua guardiana solitaria, la luce argentata di una stella che illumina la via ai viaggiatori dell'universo. Comincia così questa piccola favola dove l'impossibile si confonde con il possibile. Una storia dove sogni, stelle e sussurri, insieme, sono protagonisti di un magico volo nell'incredibile, dove la fantasia è vera quanto la realtà... e in cui niente di ciò che accade è un caso..."

    Recensione della Tana:

    Chi mi segue nelle mie pagine facebook o qui nel sito, sa che molto spesso nomino i sogni come qualcosa che va seguito. Se la nostra passione ci vuole portare in un posto, perché non seguirla? Poi si avrà del tempo – si spera - per capire se quel sogno fa davvero per noi o no. Ma se non si prova… come si può capire se si sta rinunciando alla nostra stessa esistenza?

    L’autrice di cui mi occupo oggi, Francesca Murgia, oltre che realizzare un suo sogno, parla di questi anche nel suo romanzo proprio per farci credere a grandi e piccini. Difatti il suo libro può essere benissimo inteso come una lettura della buonanotte. Cosa intendo con lettura della buonanotte?

     

     

    CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE

     

    A presto sognatori...

     

     

     

  • Per i romantici

    Donando sorrisi e cuori... oki oki la smetto xD Non è da me essere così espansiva :p Ma quello che devo dirvi è rivolto ai più romantici tra voi o a chi vuole fare un regalo davvero con il cuore in bella vista... Grazie alle recensioni di due libri della scrittrice Evelyn Storm siamo liete di presentarvi la sezione di romanzi romantici nuova nuova di apertura nel nostro sito. Per raggiungerla cliccate pure qui sotto su 'vai alla recensione' o in alto tramite il menu, precisamente la voce 'recensioni'.

    Buona lettura wink

     

    Recensione della Tana:

    Molto spesso l’amore viene visto o in bianco o in nero, sembra perdere i propri coloro nel vento. Ma c’è chi crede che anche altre tonalità possano interessare il cuore che batte. Non posso sapere, voi che leggerete questa recensione, da che parte state di questa considerazione. Ma credo di poter intuire dove si colloca il pensiero di Evelyn Storm. Mi chiederete come posso saperlo! Evelyn è la scrittrice di ‘La voce del sentimento’, un romanzo trattante di quattro storie d’amore accomunate dalla promessa di un amore eterno. Un amore che può essere raggiungibile anche se sul suo cammino incontra molti ostacoli e burroni.

    Forse sarebbe bello se nella vita reale fosse davvero così, e Evelyn permette alle più romantiche di sognare un lieto fine, qualcosa che non è mai scontato e a volte non abbastanza cercato. Non è importante il luogo dove l’amore nasce e si sviluppa, che sia vita reale, mondo fantasy, in Italia o all’estero, il cuore se decide di battere non lo ferma nessuno...

    VAI ALLA RECENSIONE INTEGRALE

     

     

    Recensione dellaTana:

     Le note del destino è un romanzo di Evelyn Storm che ho avuto il piacere di leggere in formato e-book. Ringrazio ancora l’autrice per avermelo passato, è stata una lettura davvero piacevole kiss

    In questo inizio di recensione, vorrei subito parlare di come abbia trovato il romanzo sia scorrevole che ben scritto dal punto di vista delle tematiche trattate. Queste molto delicate in alcune punti - come la crescita dei due personaggi e la scoperta di un amore da molti proibito e per questo reso ancora più difficile - sono affrontate in modo maturo e consono allo stile dell’autrice, di cui ho letto anche il precedente romanzo La voce del sentimento, che consiglio con gioia.
    Nonostante le molte note di originalità del testo non sono riuscita a non farmi venire in mente in alcune parti i protagonisti del telefilm ‘I Cesaroni’. Non potete negare che alcune cose descritte nel libro, proprio a partire dall’amore visto all’inizio come tabù dalla stessa famiglia dei due fratelli acquisiti (e senza legami di sangue diretti) siano di rimando alla storia di amore tra Marco e Eva, anche se nel romanzo come è giusto che sia non ci sono riferimenti al telefilm o personaggi presi in prestito. Il collegamento è qualcosa che mi sono sentita di nominare perché, secondo la mia opinione, a chi è piaciuto il telefilm, soprattutto quell’aspetto dell’amore difficile da vivere...

     

    VAI ALLA RECENSIONE INTEGRALE

     

    Alla prossima, dolci lettori ^-^

  • Happy New Year

    So che il nuovo anno è già iniziato da ben quattro giorni e forse per gli auguri è un pò tardi, ma converrete con me che tutte queste feste hanno portato via un pò di tempo alle vie telematiche. Almeno da me è stato così, ma non mi lamento perchè un pò di distacco dal pc ci vuole ogni tanto... che il pc non me ne voglia!

    Comunque ecco a voi uno stralcio della nuova recensione, fresca fresca di stampa <3

     

     

     

    Titolo: Il Branco

    Autore:Andrea Presenti alias Lo Scribacchino come youtuber

    Genere: thriller - psicologico

    Caratterisiche: 254 pagine - disponibile in cartaceo e digitale

    Trama: Erika è alla ricerca di sua sorella Jessica, scomparsa dopo essersi unita a un gruppo terroristico di liberazione animale: Il Branco. Questa ricerca la condurrà al diario di Druido, il ricercato numero uno del paese. Un thriller psicologico che affronta le contraddizioni tipiche dell'uomo, prima fra tutte la definizione di Bene e Male.

     

     

     

    Recensione della Tana:

     

    Oggi vi parlo di un romanzo che ho avuto il piacere di leggere prima della sua uscita. Diciamo che sono stata tra i fortunati che hanno potuto assaporare le sue pagine prima di altri. Ma non per questo dovrete esserne gelosi, lettori della Tana, perché ora è possibile acquistarlo anche per voi! Difatti è uno di quei libri che vi consiglio con tutto il cuore. Credo che possa piacere a molti degli utenti che passeranno di qui ^-^

    Il Branco, questo il titolo di questo romanzo, è classificato come thriller psicologico. Si presenta come una storia contornata da delle note calde di avventura e dà quelle note fredde dettate dalla paura e dai meandri più nascosti della nostra mente. Ci sono dei posti che sarebbe meglio non visitare mai perché ciò che ne uscirebbe fuori – volente o dolente – sarebbe il nostro vero io. A far uscire fuori la nostra personalità di solito è qualcosa di scatenante per noi, un motivo che ci lega allo scorrere delle persone che vediamo dalla nostra finestra e di cui fino a quel momento non importava niente. Altre volte si è trascinati in un vortice di tensione e grandi decisioni, come accade al protagoniste de Il Branco, Lucio Agricola, insensibile fino a un dato momento dell’acqua che scorreva sotto certi ponti. Lucio si rende conto di non essere padrone della propria vita quando questa si trova a contatto con quella di altre persone...

     

    VAI ALLA RECENSIONE...

  • I'm back again

    Eccomi già di nuovo qui ad inserire il secondo romanzo, questa volta si tratta di una raccolta di poesie.

    Rinnovo l'invito a non spaventarvi se vedete qualche cambiamento improvviso nella struttura del sito, è ancora tutto molto in costruzione :\

     

    Titolo: Non ti meriti niente

    Autore:Mithraglia

    Genere:Raccolta di peosie - introspettivo

    Caratteristiche:148 pagine - disponibile in cartaceo e digitale

    Trama:Non ti meriti niente” è una raccolta di poesie e racconti raccontanti con grande spirito illustrativo. Le storie che vengono narrate sono nude, crude, intense, alcune struggenti e veritiere, altre nascondono una malcelata e beffarda ironia. Un vero e proprio labirinto emotivo che racchiude le nostre emozioni in un vortice di dolore. Il lettore scruta e spera in un lieto fine per poter compensare quella sensazione di insoddisfazione insita a una forma di effimero appagamento. Ma in fondo è consapevole che ogni fine non è mai lieta. Come quando viaggia in auto, per 10 minuti, alla ricerca di un posto in cui potersi riconoscere. O come quando a una festa, di punto in bianco, non ha il rimorso di abbandonare un contesto vuoto, spento, finito. L’autore esalta la solitudine in maniera spropositata, quasi inverosimile, venerandola come la parte più bella di sé. Una solitudine emotiva, nascosta, che nessuno conosce. Ma che tutti provano. Nonostante ciò, sembrano ancora molto lontani i tempi di un’alleanza collettiva nella quale il prossimo aiuta il prossimo. E’ un’utopia. Una tremenda utopia. Tutti vogliono fottere tutti. E non esiste una medicina. Forse non esisterà mai una cura. Ma la voglia di cambiare, di emergere, a discapito anche di una maggiore umanizzazione, prevale. L’amore viene visto quasi come un ostacolo e la voglia di amare diventa una pretesa da cui fuggire. Come i rapporti che, visti da una prospettiva diversa, ti offrono meno possibilità di «rimanere inculato». L’aspetto sul quale bisognerebbe focalizzarsi con maggiore enfasi è la sfrenata ricerca della fretta. L’autore prende la vita con calma, forse troppa. Ma fondamentale è proprio quella calma apparente, quel quieto vivere ingombrante, che squarcia la nostra anima e ci rende più viscidi. Più aspidi. E quindi più soli. Nessuno merita niente. Nemmeno la comprensione che, forse, ci renderebbe tutti un po’ più vivi.

    Vai alla recensione

  • Cominciamo (alias 1^ Recensione)

    Ciao a tutti!

    Come avrete potuto vedere, il sito della Tana sta cercando di rimettersi in piedi da zero e ancora sono piuttosto indaffarata nel tentare di capire quale sia la struttura più funzionale. Nel mentre ho cominciato a rimettere online le varie recensioni.

    Cominciamo dunque con Ilenia Leonardini e il suo primo romanzo:

     

    Titolo: Hurrican and Sun

    Autore: Ilenia Leonardini

    Genere: thriller, noir, suspence

    Editore: Irda Edizioni successivamente Lulu.com nel 2013

    Caratteristiche: 254 pagine, cartaceo e digitale

    Trama: Hagen e Andreas sono i pilastri portanti di una trama fitta di intrighi; dove il dolore e l’azione si bilanciano in un susseguirsi di eventi unici. Un noir nuovo, dagli aspetti gotici new dark. Dove non c’è posto per le domande ma solo per l’azione. Azione fatta di coraggio e di paura. Azione che è rivalsa per qualcosa che è stato strappato troppo presto dalla vita di due bambini che volevano solo vivere una vita qualunque, fatta di gioie e non di continue paure che trascineranno con sé per lungo tempo.
    Questo è l’opera di Ilenia Leonardini, un’autrice che non si risparmia nella scrittura ma che abbandona tutta la sua passione sul foglio come una magia che fiorisce ad ogni rigo con una forza linguistica esplosiva ma anche con un messaggio forte e chiaro: l’amore! L’unica cosa che può, veramente, essere la chiave per aprire anche i lucchetti più difficili!

     Vai alla recensione

     

     

    Ci sentiamo presto con nuovi aggiornamenti ;)

    Stay tuned!