Insieme a Ilenia Leonardini, siamo arrivati alla fine di questa sua prima trilogia dark/ghotic. Una trilogia thirlle, piena di suspence e forse realtà irrisolte. Se siete deboli di cuore (scusate ma volevo dirlo da qualche parte xD) non girate pagina ma continuate a leggere u.u

 

 

Trama:  IRDA EDIZIONI Siamo giunti all'epilogo della saga dedicata ai gemelli Andeas e Hagen Hauser della bravissima Ilenia Leonardini. Posso ben affermare che qui ci troviamo davanti ad una grande promessa della letteratura new gotic dark, poiche, senza alcuna riserva, posso dire che la trilogia della scrittrice Ligure e forse la piu bella del genere che abbia mai letto. Ilenia non si risparmia nella scrittura, rimane coerente e incisiva in tutti e tre i tomi. Il linguaggio fresco e intenso trasporta il lettore. Mai la sua scrittura risulta noiosa o appesantita ma, al contrario, riesce a tenere alta la tensione fino all'ultimo rigo. Cio conferma maggiormente il grande talento di Ilenia. La trama e sempre ricca di spunti preziosi e di logiche a volte superbe. I personaggi sono curati minuziosamente in ogni particolare. Qualsiasi figura entri in scena non e mai banale e scontata ma, al contrario, risulta essere un personaggio di grande importanza ai fini della storia...

 

Recensione della Tana:

 

Con Ilenia ho potuto scoprire una trilogia dark-ghotic dai risvolti inaspettati e incerti. Anche ora che ho letto l’epilogo della sua storia, sono convinta che se la storia fosse stata curata di più dal punto di vista dell’editing e dell’organizzazione della trama stessa, avrebbe potuto rendere di più. Ho notato che nel web che la trilogia ha avuto diverse recensioni e quasi tutte sono positive. Questo significa che come storia di base funziona, ma che, almeno secondo il mio modesto parere, se curata di più avrebbe potuto stra-funzionare.

Dico questo non perché sono impazzita o qualcosa di peggio, ma perché molte cose da me segnalate nella prima recensione e nella seconda sono rimaste. Parlo di refusi e di errori anche abbastanza gravi. Ho notato, pertanto, un miglioramento in alcuni casi, soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi e nella descrizione delle ambientazioni.

 

 

CONTINUA A LEGGERE QUI...