Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Titolo: Una notte a Londra

Autori: Evelyn Storm

Genere: romantico

Caratterstiche: romanzo breve - 54 pp. - ebook

Trama: Guia è una donna insicura, senza prospettive e con scarsa autostima. Vive una situazione disastrosa: mantenuta in parte da genitori impiccioni e ipercritici e in parte dal compagno Guido, sesso dipendente, strampalato tanto da chiamarla con nomignoli assurdi e, per di più, padre di tre pesti che non la sopportano. Guia conserva sempre nel cuore, però, il sogno di incontrare un uomo che la ami e che realizzi il suo più grande desiderio: andare a Londra.Sfiduciata, accetta lʼinvito a cena dellʼamica Marzia e, nella sua vita, appare Alessandro, ricco ma alle prese con il lavoro di baby sitter per contrasto alla famiglia, e vincitore di un concorso che gli permetterà di trascorrere una notte nella metropoli inglese. Basterà questo incontro a far scattare la scintilla e a stravolgere il destino di Guia?

 

Recensione della Tana:

‘Una notte a Londra’ è un mini romanzo delle autrici Evelyn Storm e Miriam Rizzo, le quali hanno deciso di collaborare insieme per dare vita a questo progetto. Il risultato è, a mio avviso, corto nella sua presentazione ma essenziale. Non ci sono giri di boa inutili o interessanti ma inconcludenti descrizioni. Si ha una protagonista, Guia Gui, e chi sta intorno a lei e ne influenza la vita. La presenza di questi personaggi secondari e terziari sembra proporzionata all’influenza che hanno su di lei.

Mi spiego meglio. All’inizio si pensa che Guia sia totalmente succube dei suoi genitori: vive in un appartamento condominiale di famiglia, pagano tutto loro e non è libera di prendere una decisione senza che i suoi mettano bocca in questa, nonostante la sua età abbia superato i trenta. Di quanto non ci è dato saperlo e non è nemmeno importante ai fini della storia. Comunque, stavo dicendo che all’inizio, dalle parole di Guia stessa, si è portati a credere così, ma in realtà colei che influenzerà di più la nostra protagonista è Marzia, la sua amica più giovane. Sarà lei a trovarle il bel boy che poi la conquisterà.

Mi fermo un attimo a dire due parole su questo bel boy, Alessandro. Sono felice che Guia l’abbia trovato, ma qui la parte egoista di me viene fuori e chiede: come è possibile che sia andato tutto così bene? E’ possibile innamorarsi dopo un solo sguardo e dire all’altro che si vuole passare una vita intera insieme? E questo, senza riflettere più di tanto, dica sì? La loro storia d’amore mi è parsa troppo perfetta e troppo al bacio di rose tutto insieme. Non voglio del male a Guia, ma non posso far a meno di pensare che nella realtà tutto questo sarebbe impossibile o che dietro ci sia una ‘fregatura’.
Lo so, lo so. Qui siamo in una storia, in un romanzo, ma anche questi devono essere basati su una mini parvenza di verità o di cose che potrebbero accadere, diciamo realisticamente, o si cade nel fantasy o fantascientifico. Qui, invece, siamo di fronte a una storia d’amore.

Ma sapete cosa? Forse ho la risposta del perché tutto sia andato bene. Credo che sia perché, come sfondo del loro amore ci fosse Londra. Ma anche qui, se uno sconosciuto vi chiedesse di andare a Londra (o un’altra città) insieme, all’improvviso, accettereste? Io, dico la verità, non credo proprio :p

Scusa Guia ;)

Fatta questa disgressione su Alessandro e Guia, spendo altre due parole per dire che il romanzo ha una buona scorrevolezza e che non ho scorto errori che hanno bloccato la mia lettura. Credo che Evelyn Storm e Miriam Rizzo abbiano, insieme, avuto una bella idea e che siano riuscite a concretizzarla nel meglio delle loro possibilità. Inoltre, non posso non segnalare l'ironia con cui Guia parla della sua vista, di se stessa e di ciò che le accade. Non sempre c'è, perchè a volte cade nello sconforto, ma nella maggior parte dei casi si ha un accento ironico, sopratutto nel prologo, che mi ha fatto piacere leggere. Una nota positiva va anche alla copertina <3

 

Questa recensione fa parte del gruppo fbiano 'Domino Letterario', ecco gli altri blog partecipanti :3

 

 

- Hanna

 

Commenti   

0 #16 Scheggia 2016-10-03 09:30
No. Devo dire che dalla trama era davvero interessante questo libro, poi però hai parlato dell'amore nato in fretta e questo ha fatto scattare il semaforo rosso. Le storie fatte in fretta, cotte e mangiate, non le sopporto :-?
Citazione
0 #15 Ella Libri e librai 2016-10-01 08:46
Ciao, credo proprio che lo aggiungerò alla WL, ma spero di leggerlo al più presto!
Ella
Citazione
0 #14 Emanuela 2016-09-30 19:05
Condivido a pieno i tuoi dubbi :sad: per questo di solito non leggo questi libri, sono sempre troppo scettica. Il titolo però **
Citazione
0 #13 Guenda 2016-09-30 15:44
Bellissima recensione!!!
Citazione
0 #12 The Ink Spell 2016-09-30 15:23
Con storie così brevi ho sempre il timore che la storia corra troppo.
Citazione
0 #11 The Ink Spell 2016-09-30 15:20
Per essere un racconto così breve, sembra molto intenso!
Citazione
0 #10 AngelTany 2016-09-30 12:39
Non sembra male. In effetti neanch'io accetterei di andare in viaggio con uno sconosciuto, per quanto attraente sia XD Questo romanzo breve mi sa che lo prenderò in considerazione quando avrò bisogno di una lettura leggera :)
Citazione
0 #9 Virginia 2016-09-27 20:47
Non conoscevo questo libro, mi sembra che la storia sia carina :)
Citazione
0 #8 Clarissa Neri 2016-09-26 19:41
Purtroppo non è proprio il mio genere, quindi passo!
Citazione
0 #7 Deb 2016-09-26 18:05
Non so perché ma non mi convince tanto, però è brevissimo quindi magari posso provare a dargli un'opportunità :)
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna