Se qualcuno vi chiedesse di lasciare tutto e partire con lui/lei per qualche giorno, lo fareste? Il lui/lei in questione è una persona appena conosciuta, amico di un'amica, che vi piace ma non siete sicuri di cosa provare. Dopotutto, la vostra vita fino ad adesso non vi ha appagato più di tanto... Scoprite con me che cosa sceglierà di fare Guia, la protagonista di 'Una notte a Londra' di Evelyn Storn e Miriam Rizzo...

 

Trama: Guia è una donna insicura, senza prospettive e con scarsa autostima. Vive una situazione disastrosa: mantenuta in parte da genitori impiccioni e ipercritici e in parte dal compagno Guido, sesso dipendente, strampalato tanto da chiamarla con nomignoli assurdi e, per di più, padre di tre pesti che non la sopportano. Guia conserva sempre nel cuore, però, il sogno di incontrare un uomo che la ami e che realizzi il suo più grande desiderio: andare a Londra.Sfiduciata, accetta lʼinvito a cena dellʼamica Marzia e, nella sua vita, appare Alessandro, ricco ma alle prese con il lavoro di baby sitter per contrasto alla famiglia, e vincitore di un concorso che gli permetterà di trascorrere una notte nella metropoli inglese. Basterà questo incontro a far scattare la scintilla e a stravolgere il destino di Guia?

 

Recensione della Tana:

‘Una notte a Londra’ è un mini romanzo delle autrici Evelyn Storm e Miriam Rizzo, le quali hanno deciso di collaborare insieme per dare vita a questo progetto. Il risultato è, a mio avviso, corto nella sua presentazione ma essenziale. Non ci sono giri di boa inutili o interessanti ma inconcludenti descrizioni. Si ha una protagonista, Guia Gui, e chi sta intorno a lei e ne influenza la vita. La presenza di questi personaggi secondari e terziari sembra proporzionata all’influenza che hanno su di lei.

Mi spiego meglio. All’inizio si pensa che Guia sia totalmente succube dei suoi genitori: vive in un appartamento condominiale di famiglia, pagano tutto loro e non è libera di prendere una decisione senza che i suoi mettano bocca in questa, nonostante la sua età abbia superato i trenta. Di quanto non ci è dato saperlo e non è nemmeno importante ai fini della storia. Comunque, stavo dicendo che all’inizio, dalle parole di Guia stessa, si è portati a credere così, ma in realtà colei che influenzerà di più la nostra protagonista è Marzia, la sua amica più giovane. Sarà lei a trovarle il bel boy che poi la conquisterà.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE ANCORA...