Titolo: Bianca dentro

Autore: Marco Polani

Genere: poesia

Caratteristiche: cartaceo - 144 pp.

Trama: Una storia che si snoda e riannoda attraverso fili di poesie: la storia di un amore, e del suo svanire. Ma Bianca, lei, resta dentro.

 

 

 

 

Recensione della Tana:

 

Il Bianco, colore della purezza, della castità, ma anche della cancellazione. La creazione parte da un foglio bianco, siamo noi a lasciare che questo si riempi o meno di nostri pensieri, ma a un solo click del mouse tutto ritorna bianco.  Il divenire si annulla, lasciando biancore.

Sono riflessioni, a mio dire, molto profonde.

Vengono affrontate dall’autore Marco Polani nella sua opera Bianca Dentro: una raccolta di poesie, pensieri, maledizioni, che esprimono la storia tra due innamorati che si incontrano, stancano, rincontrano, fanno l’amore e si dicono addio. Ogni cosa non viene detta, ma sussurrata, anelata, come una piuma, leggera, che si posa su un foglio, appunto, bianco.

Il lettore viene trasportato dentro sensazioni, emozioni, deliri, senza nemmeno rendersene conto, ma alla fine dell’opera ha in sé la consapevolezza di aver aggiunto al sui bagaglio di storie una nuova vicenda. Un racconto sensibile e con accenni a una vita possibile per tutti, di tutti i giorni e ripetibile all’infinito.

L’impaginazione dell’opera è perfetta per il suo dire: tutto scorre, senza preamboli o cartelli di stop. Nella sua mancanza di lettere maiuscole, la raccolta, rende ogni sensazione sullo stesso piano, da quelle più bianche alle più sporche.

Opera consigliata a chi vuole leggere qualcosa di nuovo, essenziale, ma al contempo ricco di significato.

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna