Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Titolo: La maschera son io!

Autori: Samantha Scuri - Massimiliano Gissi

Genere: fumetto

Trama: La Maschera son io!' rappresenta il primo progetto a lungo termine dello Shin Project Studio. Questo lavoro nato sotto forma di manga, narra le vicende incredibili di un personaggio che è già entrato nell'animo di più persone attraverso racconti, film, libri in quanto personaggio storico/fantastico... parlo della Maschera di Ferro! Non posso svelarvi la trama della storia per ovvi motivi, tuttavia, vorrei consideraste questo manga come un viaggio mentale; qui vivrete le vicende di personaggi bizzarri, affonderete sempre più giù verso un mondo immaginifico, guidati dalla mia fantasia. Spero di riuscire a farvi ridere, commuovere e magari irritare ahaahah. Insomma un insieme di mille emozioni che vi porteranno (assieme ai protagonisti) allaricerca di verità nascoste. Non aspettatevi dunque la solita storia sulla Maschera di Ferro ed i moschettieri del Re, poichè lo scopo di questo racconto va ben oltre le date, le guerre e gli inganni che vi furono all'epoca di Luigi XIV. Che il viaggio abbia dunque inizio... lasciate il porto della realtà e lasciatevi condurre nei mari infiniti della fantastica storia chiamata: "La Maschera son io!"   

 

 

 

Recensione della Tana:

 

La Tana si apre anche alla sezione fumetti per accogliere sempre più opere di autori emergenti. A rompere il ghiaccio è stata scelta ‘La Maschera son io!” ideata dalla collaborazioni di Samantha Scuri e Massimiliano Gissi. Lei addetta ai disegni, alle chine, alla storia (personaggi, story-board e sceneggiatura) e lui alla colorazione digitale, agli effetti speciali e alla creazione dei ballon. Insieme, unendo le forze, hanno creato un loro progetto che dà vita nuovi proposte e personaggi.
La Maschera è a un primo volume edito - in cui ha incontrato un promoter, Salvatore Tripodi, che ha formato con Massimiliano e Samantha un trio, anche se solo in questo caso - e ora è alla conquista di un nuovo editore per i suoi prossimi volumi. Spero presto editi e alla portata di tutti :3

Un manga, per chi non lo sapesse o ha dei dubbi, ha delle caratteristiche ben precise ed è per questo che mi discosterò dal definire questo fumetto con tale termine. Un manga si legge ad esempio da destra verso sinistra, mentre ‘La Maschera son io!’ rimane con la nostra lettura occidentale, dunque da sinistra a destra. Credo che questa scelta sia stata dettata agli autori dal non staccare troppo l’origine italiana dall’opera e per avvicinare uno stile che è ancora alle prime armi, almeno da noi, a tutti i tipi di lettori.

 

Tav. Detto questo non può non saltare all’occhio, almeno per chi conosce anche un manga soltanto, che lo stile con cui il fumetto è stato creato si avvicina molto alla cultura giapponese. Osservandolo si nota come i disegni, lo stile e anche la colorazione si ispirano a quanto detto. Il risultato è davvero sorprendente e invitante. Quest’invito a leggere viene inoltre teso da persone – Samantha e Massimiliano – inclini al contatto con i lettori, sia per rispondere a domande che per farli entrare nel magico mondo del loro fumetto. Inoltre con il loro progetto – Shin Project Studio – partecipano a diverse iniziative e potreste incontrarli a qualche fiera o conferenza del fumetto senza rendervi conto di avere di fronte i creatori della Maschera! E non pensiate che la Maschera non voglia partecipare a questi eventi… vi consiglierei di aguzzare la vista perché dove c’è Samantha Scuri, nascosta nell’ombra o in bella vista, c’è anche lei…

 

‘La Maschera son Io!’ è ambientata all’età di Luigi XIV e credo sia una certezza per le ambientazioni e gli stessi personaggi, modi di muoversi, abiti e parlata, per chi ama questo periodo storico. Siamo in una rappresentazione nuova e originale della Maschera di Ferro. Non dovete pensare, cari lettori, che questo fumetto sia qualcosa di rievocativo e basta. Non ci sarebbe niente di più sbagliato. Come gli autori stessi amano ribadire:

 

‘… Non aspettatevi dunque la solita storia sulla Maschera di Ferro ed i moschettieri del Re, poiché lo scopo di questo racconto va ben oltre le date, le guerre e gli inganni che vi furono all’epoca di Luigi XVI…’

 

 

[Cit. copertina interna]

 

 

I disegni all’interno hanno un bel tratto e la colorazione riesce ad abbracciare le sensazioni che la storia, ideata da Samantha Scuri, si allungano dalle pagine del libro al lettore. Il bianco e nero è un’altra delle caratteristiche del manga che lo Shin Project Studio adotta come suo percorso lavorativo, ma questo non preclude che tramite la pagina fb il lettore possa avere molti schizzi del colore che animano i personaggi inventati da Samantha e Massimiliano.

Trovo che il primo volume – stretto tra le mie mani – sia confortevole e emani quelle sensazioni positive che un lettore sul procinto di leggere un libro nuovo, non può non cogliere. I disegni attirano e i particolari che si possono cogliere in ogni vignetta incuriosiscono e fanno sperare in qualcosa di più, come uno speciale o un post tramite fb per comprendere appieno la veridicità di ciò che si è scorto. Una parola chiave che mi sento di sfornare per la Maschera è ironia. Difatti credo che molte delle vignette, nonché lo stesso personaggio principale, siano densi di questa caratteristica. A volte nello studiare l’espressività della Maschera mi sono ritrovata a sorridere senza sapere bene il perché… e speriamo che lei non lo vanga a sapere o se qualcuno glielo spifferi lo prenda come un complimento, cosa che poi è :)

 

Ora, Per chi è rimasto incuriosito da questa recensione lascio qui il video promozionale, ideato con la voce di Ivo Della Palma. In questo modo oltre alla recensione potrete vedere anche un video e capire quanto la Maschera vi stia cercando :D

 

 

-Hanna McHonnor

 

 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna