Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Titolo: Solo un attimo

Autore: Valeria Marasco

Genere: romantico

Caratteristiche: ebook - 206 pp.

Trama: Sarah è una donna determinata e costantemente concentrata sul suo lavoro di grafica pubblicitaria. Nella quotidianità non c'è spazio per l'amore, i suoi progetti potrebbero decollare da un giorno all'altro e le sue due amiche e confidenti condividono con lei la voglia di affermarsi nel mondo del lavoro. Presto, però, un incidente cambierà ogni cosa stravolgendo la sua vita stabile e incolore. Christian, un uomo affascinante e irritante, entra prepotentemente nella sua vita rubandole un bacio durante il loro primissimo incontro. Sarah è sorpresa dall'emozione che quel bacio le suscita e non riesce più a mantenere la parvenza di autocontrollo che si è costruita negli anni per proteggersi dalle delusioni. Le cose sono destinate a cambiare sempre più e, un avvenimento al di fuori di ogni schema, catapulterà lei e Christian in qualcosa di assolutamente irreale che costringerà i due ad avvicinarsi e ad accantonare il loro orgoglio per cercare di ritornare alla normalità . Ma i due protagonisti vogliono davvero ritornare alla vita di prima? Il destino compirà ogni scelta al loro posto e per maledizione o per fortuna, le loro esistenze cambieranno per sempre.

 

 

 

 

 

 

Recensione della Tana:


Voglio essere sincera con voi lettori e lo sono nel dirvi che prima della Tana, quindi dell’intensificare il rapporto tra autore e lettore e lo scrivere recensioni, il genere romantico non era molto presente nella mia libreria. Una delle motivazioni più accreditate dalla mia testa era l’essere attratta, ancor prima delle storie d’amore, da altri fattori come una storia thriller o un fantasy… romanzi in cui sicuramente poi dentro era presente un po’ di amore, ma non ai livelli di una storia incentrata su di esso.

Grazie alla Tana, come dicevo pocanzi, mi sono avvicinata a questo genere e mi sono ricreduta sui pregiudizi in molti dei casi in cui li accostavo alla lettura di questo genere. Ho letto molti romanzi scorrevoli, non scontati, e con tematiche importanti. Uno di questi è il caso di Valeria Marasco ‘Solo un attimo’.

Sarah, la protagonista di questo romanzo, è una donna dedita al lavoro, uscita da diverse storie non proprio convenienti per il cuore e senza troppi fronzoli in testa come magia o sovrannaturale. Ecco, di solito sono abituata a leggere libri in cui c’è una parvenza di romanticismo, ma in cui il genere che ruota intorno al fulcro si discosta dall’amore. Qui, invece, è accaduto il viceversa: si ha una storia romantica che ha anche parvenze sovrannaturali e un pizzico di magia in Regina Cooper.

 

Chi è Regina Cooper?

 

Se la storia non fosse scritta in prima persona, direi che Regina è colei che ha le redini di ciò che avviene nella narrazione. La mia testa continua a ripetermi che anche la storia dal suo punto di vista sarebbe una buona lettura, anche perché credo che lei non abbia aiutato solo Sarah nell’intraprendere il cammino verso la felicità, ma abbia aiutato altri nel raccogliere i cocci di alcune scelte e creare un vero mosaico di vita. Leggendo il romanzo, vi accorgerete da soli che Valeria – l’autrice – non dice niente di tutto questo, per questo ribadisco che è una mia sensazione, come dire privata.

Ma tornando a parlare del come è scritta la storia, devo assolutamente dire che le descrizioni, il dialogo, le parti che vengono fuori perché è prima persona, tutto è scritto in modo davvero scorrevole. La mia lettura si è bloccata solo in due o tre casi in cui ho scorto un sì, scritto in grande affermazioni, senza l’accento sulla i. Può capitare che qualcosa sfugga all’occhio dell’autore, e devo dire che dopo i vari refusi che ho imparato a riconoscere nelle mie letture, questo caso non è nemmeno tra i più gravosi.
A parte questo, vorrei far notare al lettore, come Valeria abbia la capacità di scrivere e trasportare i più romantici all’interno di un film. Sono d’accordo che la lettura e il visionare non sono proprio la stessa cosa, ma per chi legge come me a immagini, quindi si immagina ciò che legge come in un flash di immagini in movimento, proprio come in un film, non sarà tutta questa grande differenza. Anzi, a volte è meglio visionarsi da soli un libro in questo modo piuttosto che sedersi e guardare uno schermo xD
Valeria, quindi, riesce a trasportare l’emozione di un film in un libro. Se conoscessi amanti di film romantici ma non di lettura, consiglierei loro questo libro come primo di una grande lista, proprio per le sensazioni che dà e l’emozione simile a un déjà-vu telematico.

 

Forse è per questo che i personaggi, così come sono descritti, mi appaiono un po’ stereotipati nelle loro parti. Lei che non apre il proprio cuore a nessuno, lui innamorato perso che non crede di poter essere messo da parte… stereotipati sì ma perfetti per la storia in cui Valeria li ha inseriti. Molto spesso di scrive stereotipato e chi legge pensa che in questa parola aleggi un qualcosa di negativo, in realtà non sempre è così. Ci sono infatti certe situazioni in cui funzionano solo determinati tipi di personaggi. Sarah e Christian sono perfetti per questa storia!

 

Inoltre, Valeria è molto brava a farci credere ciò che non è, grazie all’aiuto della nota sovrannaturale che è in ognuno di noi… in Regina Cooper un po’ più degli altri…

 

 

- Hanna :D

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna