Uno dei viaggi più difficili, almeno a mio avviso, è quello dentro noi stessi. Qui sì che si nascondono insidie così pericolose che nemmeno i più intrepidi sapranno superare.

Faith lo sa, ma vuole lo stesso capire che cosa non va in lei. Riuscirà ad arrivare alla fine del suo viaggio e capire quanto speciale può essere?

 

Trama: Faith Ashling soffre di un disturbo dell'umore o quel vuoto esistenziale tipico di questa era sociale, nei quali i valori sono passati in secondo piano, se non scomparsi e ai quali hanno preso posto arrivismo, indifferenza, individualismo, egoismo e via dicendo.
Questa Donna Passa da questo stato di "normalità" nei quali sente le sue emozioni i suoi sogni, i suoi sentimenti a momenti o periodi di melanconia più o meno accentuati, nei quali tutto si paralizza e perde di importanza. Stanco di questa vita, prende una decisione, forse l'unica decisione presa coscientemente o impulsivamente, ma sicuramente veramente sentita nella sua anima, di lasciare per un periodo tutto e partire, neanche lei sa per dove. Faith verrà aiutata da se stessa... e da un gatto nero... Minù...
e... con il trascorrere degli avvenimenti nella sua vita... tante cose cambieranno.
Finché un giorno, un raggio di sole la porta via.

 

Recensione della Tana:

 

Selene Rossi, autrice di Una realtà separata, è riuscita a centrare uno dei temi secondo me più difficili da toccare, soprattutto perché molto spesso gli autori dicono di volerlo inserire nei loro romanzi ma poi non riescono a farlo oppure non trovano niente di originale sul come proporcelo. Sto parlando della ricerca di se stessi. Questo cercare e ricercare una parte di noi, se non l’intero involucro che siamo, senza il minimo successo. Anzi, ogni volta che sembriamo sfiorare il fulcro della risposta, ecco che il tutto gira, si inverte e si allontana nuovamente. La protagonista di Selene, Faith Ashling, è proprio vittima di questo movimento ondulatorio e nauseante. Nel corso del romanzo breve, o racconto lungo che dir si voglia, si ritrova spesso a toccare con mano ciò che vorrebbe essere, ma ecco che qualcuno o qualcosa dà un calcio al suo essere.

 

 

CONTINUA A LEGGERE ^^