Chi si nasconde dietro la Tana?

 

Nei vari post in cui parlo in prima o in terza persona potrete vedere come mi identifichi, spesso se non sempre, con la Tana. Ma chi c’è dietro a questa? Credo sia ora di rivelarlo a tutti voi che avete iniziato a seguirmi.
Il sito, nonché la pagina fb, è stata creata da me, Giulia Stefanini – anche se sono conosciuta in vari social anche con lo pseudonimo di Hanna McHonnor – dove sono creatrice anche di altre pagine, iniziative e progetti.

Sono una ragazza con molte idee per la testa, amante della scrittura e della lettura, ma in generale posso dirvi che amo tutto ciò che è spruzzato di creatività. Come in ogni altro campo, anche in quello di cui mi occupo, esistono coloro che sono targati con il target emergente. Molti hanno paura di questa parola mentre altri ne stanno così tanto alla larga da non conoscere nemmeno chi si nasconde dietro questa etichetta. E allora mi chiedo: come si può dimenticare che ognuno di noi è emergente? Ma che significa poi esserlo?

 

Emergente: individuo alle prime armi in uno o più campi.

 

Anch'io sono emergente. Lo sono stata quando ho aperto il sito – mentre dovevo imparare come installarlo, fare articoli, pubblicarli… - ho aperto la pagina fb e lo sarò ancora quando pubblicherò il mio romanzo. Essere emergenti fa parte della crescita dell’uomo. Non ci vedo niente di male ad aiutare chi lo è per farsi conoscere.

 

Tornando a me -> sono della classe 1992 e mi sono laureata alla facoltà di scienze umanistiche all’ateneo di Urbino e sto frequentando un corso online in editorie edito dalla Stylos agenzia letteraria. Ho creato la Tana perché credo che chiunque sia emergente debba essere conosciuto. Non dico che chiunque vi legge poi deve amare ciò che un emergente  – scrittore nel caso della Tana  – pubblica, ma per poter criticare si deve pur conoscere! E cosa c’è di meglio per farsi conoscere di una recensione e di un portale che con un gioco di link ci fa essere in primo piano? Al giorno d’oggi tutto ruota intorno a internet e allora… sfruttiamolo!

 

 

 

 

Molte delle presentazioni che vedrete qui inserite sono state scritte per l'associazione cutturale, casa editrice e da poco libreria, Occhi di Argo. E' una collaborazione, non a scopo di lucro, nata per caso e che sono felice ancora oggi di poter continuare. Qui di seguito vi dividerò il lavoro che ho svolto in presentazioni - articoli - interviste - concorsi a cui ho partecipato vincendo - miei inserimenti in loro opere - così da avere un quadro generale su ciò che ho già svolto in campo letterario. Ovviamente verrano inserite collaborazioni anche fatte con altri, autori privati o altre associazioni.

 

Lavoro di Editing - Lettura in primo piano

 

 

La Tana ha già avuto la sua prima esperienza di editing - direi con esito positivo - con il romanzo 'Il Branco' di Andrea Presenti, conosciuto con il nome de lo Scribacchino nel social Youtube. Con un semplice click rivolto alla copetina, qui di finaco, potrete leggere la recensione postuma al lavoro di editing, naturalmente scritta sempre dalla Tana e da chi si nasconde dietro di essa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicazioni Poesie e Racconti in Antologia

(cliccare sull'immagine per vedere cosa è stato pubblicato all'interno di tali opere)

 

 

 

 

 

 

 

Collaborazioni con Gli Occhi di Argo

 

Con questa realtà editoriale, associazione culturale e libreria, ho coltivato la mia passione di scrivere, presentare e fare pubblicità a diversi autori con le loro opere. Potrete trovare in questo articolo i miei articoli sul loro mensile, denominato 2Mila Segnalibri (anche gli auguri per due compleanno yeah) e tre presentazioni di tre diverse antologia:

- I racconti venerdì

- Lunedì Poesia

- Il cielo in una stronza

 

Il primo non è altro che un insieme di racconti, di ogni genere e lunghezza, per chi ama passare dei momenti diversi all'interno della propria giornata ricca di emozioni e riflessioni. Riflessioni che si vanno ad approfondire nell'antologia Lunedì Poesia dove i più grandi poesti, emergenti e non, riempiono pagine bianche di versi, rime e di estratti dei loro animi. Infine, Il cielo in una stronza, come dice il titolo stesso, è uno sfogo di quelle stronze che popolano il nostro pianeta. Un errore sarebbe pensare che solo uomini ne scrivono... grandi sorprese vi attendono. Per saperne di più vi lascio il link degli Occhi di Argo.