Sono molti i colori che le persone affidano alle anime: nero, trasparente, bianco... ecco in questo romanzo le anime vengono proprio definite del color di una perla. Ysobel non sa come definire queste creature che vede ma sa che sono diverse, già dal primo sguardo nella sua infanzia, nel candore, nella bianchezza del volto e dalla felicità che esprimono in un sorriso. Sorriso e pace che non ha mai visto in altre persone...

'The White People', titolo originale dell'opera, è un romanzo della stessa utrice, per cui forse si conoscerà di più, di 'Il piccolo Lord' e 'Il giardino segreto'. Con questo romanzo - tradotto ora per la prima volta in Italia - si riconferma grande scrittrice di mistero, profondità e indagatrice di anime e paure...

 

Trama: Ysobel è una ragazzina timida e minuta che non ha mai conosciuto i genitori e vive, assieme ai tutori Jean Braidfute e Angus Macayre, in un castello dall’aspetto austero immerso nella desolata brughiera scozzese. Fin dall’infanzia, la bambina mostra di essere dotata di un particolare “dono” che la rende diversa da tutti gli altri bambini; ella ha il “potere di vedere oltre le cose” e di entrare in contatto con le anime dei defunti, ormai libere dalle sofferenze e dalle paure dell’esistenza.

 

Recensione della Tana:

 

‘Anime Bianche’ – 'The White People' nella versione originale – è uno dei libri minori di F.H Burnett. Mi permetto di definirlo tale perché fino ad ora non era mai stato pubblicato in Italia e rispetto ad altre opere dell’autrice, come ‘Il piccolo Lord’ o ‘Il giardino segreto’ era rimasto nell’ombra. Ombra che gli è valso l’accesso in questa Tana, dove sono benvenute tutte quelle opere che, essendo all’inizio del loro percorso, possono essere definite emergenti.

‘Anime Bianche’ si presenta come un romanzo dagli aspetti gotici nei suoi risvolti pieni di mistero, sfuggevole tocca e fuga con la morte, ambientazioni solitarie, tetre ma singolari e abbaglianti e la presenza di anime, per l’appunto anime bianche. Ciò che colpisce è la capacità dell’autrice di insinuare un dubbio nella mente del lettore e poi dipanarlo così lentamente che si arriva alla fine...

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE